/ di

Leonardo Coen Leonardo Coen

Leonardo Coen

Giornalista e scrittore

Leonardo Coen, milanese e milanista (non berlusconiano), è tra i fondatori di Repubblica, dopo avere avuto esperienze significative all’Avvenire e al Giorno e avere partecipato alla fondazione del Quotidiano dei Lavoratori. A Repubblica ha alternato l’attività di giornalista politico, cronista, inviato di guerra, giornalista sportivo (ha raccontato quindici Olimpiadi, diciassette Giri d’Italia, alcuni Tour de France, etc.).

Dopo esperienze a Gerusalemme, New York e Londra, è stato corrispondente a Mosca. Ha pubblicato “La morte del maestro: i misteri di casa Guttuso” (1987) e “Il caso Marcinkus” (1991) scritti con Leo Sisti; “Piedi Puliti” (1998) insieme a Peter Gomez e Leo Sisti; “Rossoneri comunque” (2003) e “Putingrad”(2008).

Per Dalai editore ha pubblicato “L’ultima fuga” con Renato Vallanzasca e “Sodoma” (2011) scritto con Paolo Colonnello. Su repubblica.it tiene il blog Blog Trotter, uno dei primissimi generati da un quotidiano italiano.

Articoli Premium di Leonardo Coen

Mondo - 1 marzo 2018

“I tentacoli della mafia che strozzano la Slovacchia”

’Ndrangheta export. Corruzione. Truffe à go-go sui fondi strutturali europei. Mafiosi che frequentano le stanze del potere. Il caso Kuciak è più di una mina vagante per il governo di Robert Fico. Così, in un estremo tentativo di calmare le acque, Fico ha obbligato la sexy-consigliera Maria Troskova e il fido Vilem Jasan, ex deputato […]
Mondo - 28 febbraio 2018

“Jan ucciso dalla ‘ndrangheta alla slovacca”

Non hanno dubbi, i colleghi di Jan Kuciak, il giornalista slovacco di 27 anni ammazzato a casa sua assieme alla fidanzata coetanea Martina Kusnirova: “È stata la n’drangheta a tappargli la bocca per sempre”. Jan stava ricostruendo le attività occulte di alcune persone arrivate dalla Calabria che avevano impiantato rapidamente decine di imprese in Slovacchia […]
Mondo - 27 febbraio 2018

Un colpo al cuore di Jan copre il marcio del potere

Sapeva troppo, il 27enne giornalista investigativo slovacco Jan Kuciak. Sapeva e documentava con articoli che lasciavano il segno. E che sono stati la sua sentenza di morte: inchieste che andavano al sodo, svelavano torbidi affari, storie losche in cui erano coinvolti politici e affaristi locali, ma anche imbarazzanti intrighi internazionali, per esempio import ed export […]
Commenti - 26 febbraio 2018

Il turpiloquio ha sostituito l’arte plebea del dileggio

Promett Romma e tomma, dicevano i vecchi milanesi, quando andavano in piazza ad ascoltare i comizi elettorali dei candidati di mezza tacca, i politici sono come gli imbonitori delle sagre di paese, promettono “mari e monti”, che vuol dire grandi balle, sono come i bagolon del luster, i venditori ambulanti di lucido da scarpe che […]
Cultura - 25 febbraio 2018

Folco Quilici, l’uomo che scoprì i segreti del “Sesto continente”

Posso dire che ho perso un amico, come lo sono le persone eccezionali che sanno rinsaldare con passione e poesia i legami col mondo deteriorati dalle difficoltà, dalle differenze, dai contrasti. Folco Quilici è morto ieri, all’ospedale di Orvieto, dove era ricoverato. Avrebbe compiuto 88 anni il 9 aprile. Viveva in un casolare delle campagne […]
Sport - 24 febbraio 2018

Non può fare di più: l’Italia in scivolata sul ghiaccio di Corea

Povera Carolina: alle Olimpiadi non le riesce proprio di lasciare il segno. Eppure la Kostner ha vinto un mondiale (2012), 5 europei, una finale di Grand Prix, 9 titoli azzurri, per due stagioni – dal 2010 al 2012 – è stata classificata la migliore del mondo, ma alle gare dei cinque cerchi ha sempre incocciato […]
Mondo - 23 febbraio 2018

Hollywood, sussurri e plagi: ‘La forma dell’acqua’ sembra il colore dei soldi

Cosa lega in questi giorni l’Italia ad Hollywood? Una data. Quella fatidica del 4 marzo. Da noi, la domenica delle elezioni. Negli States, il gran giorno degli Oscar 2018, giunti alla novantesima edizione. Non solo. Pure sul fronte scandalistico, c’è qualche somiglianza. La sulfurea campagna elettorale italiana è stata punteggiata da scandali a raffica. Lo […]
Sport - 14 febbraio 2018

Vento, rinvii e un caso di doping. Ma arrivano le medaglie azzurre

Saranno i Giochi del “disgelo” diplomatico, ma nella contea di Pyeongchang imperversa un vento gelido e terribile con raffiche da cento chilometri l’ora, micidiale come le intemerate trumpiane. Il maltempo è implacabile: boicotta il calendario dello sci alpino, le prove della discesa e del gigante sono state infatti di nuovo rinviate: a oggi. La discesa […]
Commenti - 12 febbraio 2018

Il fascismo ritorna? No, non se ne è mai andato

Succede che quando il tempo divora la vita, ti aggrappi alla memoria. Alle parole che hai sentito e messo da parte. È successo a Cecco Bellosi, un laghée purosangue del lago di Como. Bellosi (classe 1948, laurea in filosofia), ha vissuto tante vite. Una, la militanza in Potere Operaio, gli è costata l’arresto nel 1980 […]
Cultura - 12 febbraio 2018

Di De André non si butta via niente. Ora anche basta, grazie

Passi per Genova è mia moglie, il (bel) libro di Patrizia Traverso e Stefano Tettamanti (Rizzoli), dove si raccontano vicoli, suoni, tetti, parole, cielo e mare, sfondo e sostanza delle canzoni di Fabrizio De André, Genova in fondo è stata la vera donna di Fabrizio, l’inizio e la fine di tutta la sua musica; passi […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×