/ di

Leonardo Coen Leonardo Coen

Leonardo Coen

Giornalista e scrittore

Leonardo Coen, milanese e milanista (non berlusconiano), è tra i fondatori di Repubblica, dopo avere avuto esperienze significative all’Avvenire e al Giorno e avere partecipato alla fondazione del Quotidiano dei Lavoratori. A Repubblica ha alternato l’attività di giornalista politico, cronista, inviato di guerra, giornalista sportivo (ha raccontato quindici Olimpiadi, diciassette Giri d’Italia, alcuni Tour de France, etc.).

Dopo esperienze a Gerusalemme, New York e Londra, è stato corrispondente a Mosca. Ha pubblicato “La morte del maestro: i misteri di casa Guttuso” (1987) e “Il caso Marcinkus” (1991) scritti con Leo Sisti; “Piedi Puliti” (1998) insieme a Peter Gomez e Leo Sisti; “Rossoneri comunque” (2003) e “Putingrad”(2008).

Per Dalai editore ha pubblicato “L’ultima fuga” con Renato Vallanzasca e “Sodoma” (2011) scritto con Paolo Colonnello. Su repubblica.it tiene il blog Blog Trotter, uno dei primissimi generati da un quotidiano italiano.

Articoli Premium di Leonardo Coen

Cronaca - 30 marzo 2018

Scalfari scatena l’Inferno sulla visita a papa Francesco

Quando il diavolo ci mette lo zampino… Martedì scorso, Eugenio Scalfari va a trovare Papa Francesco: per scambiarsi gli auguri di Pasqua, nella cruciale Settimana santa. Sono amici. Si telefonano spesso. È la quinta volta che il 94enne fondatore di Repubblica, nonché autore de L’uomo che non credeva in Dio (Einaudi, 2008) si reca in […]
Società - 26 marzo 2018

Milano ha perso la sua musica segreta, ora è tutto felpato

Settimana da brividi. Martedì scorso, gelateria Baci Sottozero di piazzale Siena: la commessa Nadia rifiuta di dare il gelato a Salvini “perché è un razzista”. La cacciano dal lavoro. Nei nomi, il destino. Radio China fm trasmette melodie dell’Impero Celeste dalle antenne della Torre Velasca, è il segno dei tempi, e pure quello del tempo: […]
Mondo - 26 marzo 2018

Puidgemont fermato in Germania vuole asilo

Domenica 25 marzo. Sono quasi le undici del mattino quando l’auto di Carles Puigdemont, con a bordo il suo avvocato Jaume Alonso Cuevillas, supera il confine tra la Danimarca e la Germania. La trappola sta per scattare. Ignaro, l’ex presidente catalano continua il suo lungo viaggio di ritorno diretto a Waterloo, in Belgio, dove si […]
Sport - 24 marzo 2018

La Formula Uno tra giovani glorie e vecchi schemi per annoiarsi meno

Ci scusi Lewis Hamilton, che ha iniziato la nuova stagione di Formula Uno come l’aveva finita, cioè correndo più forte di tutti nelle prime qualifiche che si sono svolte ieri a Melbourne. Più della sua indubbia abilità nel condurre in pista la nuova Mercedes ci interessa il suo look: finalmente un po’ di vivacità, in […]
Mondo - 24 marzo 2018

Salah, l’idolo di Daesh prigioniero dei Crociati

Dopo parecchi mesi di apparente tregua, il terrorismo islamico colpisce di nuovo la Francia: in azione, un “lupo solitario” conosciuto dalla polizia per piccoli reati. Solamente un pregiudicato, di religione musulmana. Così, ancora una volta, come in passato, non è stato possibile impedire l’attacco. In Francia elementi come lui sono decine di migliaia. Eppure, gli […]
Mondo - 22 marzo 2018

Segreti e affari, arrestato Ali Nejad il banchiere su cui indagava Daphne

Stavolta non gli è servito il passaporto del paradiso fiscale di St.Kitts e Nevis, per eludere le origini iraniane e sviare i sospetti dalle sue trame e affari borderline: l’enigmatico banchiere Ali Sadr Hashemi Nejad, 38 anni, presidente della Pilatus Bank di Malta al centro delle inchieste di Daphne Caruana Galizia, uccisa in un attentato […]
Mondo - 21 marzo 2018

Nicolas bellicoso per coprire le malefatte

Il teorema dei giudici anti-corruzione di Nanterre è semplice: l’attacco anglo-francese del 2011 contro la Libia per rovesciare Gheddafi non era stato scatenato soltanto per aiutare le forze ribelli (l’insurrezione popolare scatenata sull’onda della Primavera Araba si era trasformata in guerra civile); e neanche per proteggere gli interessi economici di Francia e Gran Bretagna, in […]
Mondo - 20 marzo 2018

“Democratura” senza confini: lo zar e lo Stato di Putinia

Benvenuti a Putinia! “L’état c’est moi!”, sosteneva con superbia il Re Sole. Lo stato russo sono io, può affermare – senza mentire – zar Vladimir Vladimirovic. Uno e trino: il Putin del passato. Il Putin di oggi. E il Putin del futuro. Insomma, un Putin a oltranza. Legittimato da 56 milioni di russi che lo […]
Economia - 20 marzo 2018

L’auto che ti uccide: c’è il primo morto da guida autonoma

Quando Elaine Herzberg, una donna di 49 anni, decide domenica sera di attraversare la strada di Tempe, sobborgo residenziale di Phoenix, capitale dell’Arizona, non immagina di entrare, purtroppo, nella storia come “il pedone” sacrificato sull’altare del progresso automobilistico. Cioè la prima vittima umana uccisa da una Volvo robot della Uber. E nemmeno sa di contraddire […]
Commenti - 19 marzo 2018

Russia, Putin e la parodia di un’elezione

Vladimir Vladimirovic Putin è il nuovo presidente della Russia: succede a se stesso, come gli capita dall’anno Duemila. Resterà capo del Cremlino sino al 2024. Da oggi comincia l’era del Putin V: quattro mandati precedenti, più quello “ombra” per interposta persona, l’amico fedele Dmitri Medvedev col quale scambiò la carica di primo ministro dal 2008 […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×