/ di

Leonardo Coen Leonardo Coen

Leonardo Coen

Giornalista e scrittore

Leonardo Coen, milanese e milanista (non berlusconiano), è tra i fondatori di Repubblica, dopo avere avuto esperienze significative all’Avvenire e al Giorno e avere partecipato alla fondazione del Quotidiano dei Lavoratori. A Repubblica ha alternato l’attività di giornalista politico, cronista, inviato di guerra, giornalista sportivo (ha raccontato quindici Olimpiadi, diciassette Giri d’Italia, alcuni Tour de France, etc.).

Dopo esperienze a Gerusalemme, New York e Londra, è stato corrispondente a Mosca. Ha pubblicato “La morte del maestro: i misteri di casa Guttuso” (1987) e “Il caso Marcinkus” (1991) scritti con Leo Sisti; “Piedi Puliti” (1998) insieme a Peter Gomez e Leo Sisti; “Rossoneri comunque” (2003) e “Putingrad”(2008).

Per Dalai editore ha pubblicato “L’ultima fuga” con Renato Vallanzasca e “Sodoma” (2011) scritto con Paolo Colonnello. Su repubblica.it tiene il blog Blog Trotter, uno dei primissimi generati da un quotidiano italiano.

Articoli Premium di Leonardo Coen

Cultura - 23 novembre 2017

Il dottor Zivago. I primi sessant’anni di un azzardo italiano

Chissà perché nessuno ricorda che proprio oggi, sessant’anni fa, in una Milano novembrina triste, nebbiosa e fredda, all’Hotel Continental di via Manzoni, un albergo che oggi non c’è più, l’editore Giangiacomo Feltrinelli presentò ufficialmente il romanzo che avrebbe trafitto gli anni della Guerra fFredda, segnandone una sorta di spartiacque tanto emotivo quanto politico: Il Dottor […]
Commenti - 20 novembre 2017

Che sia Milano o Bergamo, dagli amici ci guardi Iddio

Su di un cartellone rosso come il fuoco del sapere, leggo: “Ci prendiamo cura di quello che raccontate”. Diamine, penso, che sia un azzeccato slogan di Book City 2017? Se sì, gli perdono la provinciale sottomissione dell’italiano all’inglese… Macché. Il cartellone è una pubblicità della MM. Da mesi. Però l’affinità semantica con la manifestazione dei […]
Sport - 18 novembre 2017

Anno XV dell’era fascista: e il derby finiva già in rissa

Arpino scrisse che il calcio non fa mai storia se non in ritardo. Lo storico inglese John Foot sostiene che i “tifosi italiani hanno un profondo senso della storia”. I derby ne sono l’essenza. Come quello der Cupolone tra la Lazio e la Roma che va in scena stasera alle 18, tra i più sulfurei […]
Mondo - 17 novembre 2017

Da Vinci contro Neymar talenti unici a peso d’oro

Metti all’asta l’unico quadro di Leonardo Da Vinci in mano ai privati e lo pagherai (quasi) quanto Neymar. In entrambi i casi, la compravendita del dipinto e del calciatore, sono frutto di una stessa logica di mercato. Sia Leonardo sia Neymar producono reddito. Tutti e due un bene che può essere monetizzato. Leonardo mobilita da […]
Italia - 16 novembre 2017

Mondiali, addio “puttan tour”

Maledetti Azzurri! Ci avete tolto tutto. Non avremo la scusa per acquistare un nuovo super tv oled da 60 pollici e seguire le partite in Hd e ultrasound. Ci mancheranno le furibonde incazzature al bar. Le interminabili discussioni in ufficio. La lettura della Gazzetta, di Tuttosport e del Corriere dello Sport. I rituali collettivi dei […]
Mondo - 14 novembre 2017

Altro che Bermuda: l’off-shore è ancora il Vecchio continente

Passi per i titolari dello studio Mossack Fonseca di Panama City che si sono ben guardati dall’incontrare la Commissione d’inchiesta Ue su Panama Papers e il riciclaggio di denaro tramite 213.634 società off-shore, 55.728 ancora in vita: era abbastanza scontato, in fondo. Ma il rifiuto del Tesoro inglese, che ha declinato l’invito per un’audizione, è […]
Società - 13 novembre 2017

Cancellate la parola “ex”, è letale quanto i proiettili di un plotone

Ex. Preposizione di antica nobile origine latina, il che non le impedisce di esercitare un retaggio lessicale barbaro e violento, discriminante e pregiudizioso. Da cancellare. Perché? I motivi sono tanti. Il primo è di carattere fonetico: la sua militaresca brevità – una vocale, una consonante – le consente d’essere tagliente come la sciabola dell’ufficiale che […]
Mondo - 12 novembre 2017

Paradisi fiscali, 10mila miliardi nascosti nelle isole del tesoro. Dove vale la regola dello “Ius soldi”

In principio fu l’ingegnere informatico Hervé Falciani da Montecarlo: creò il cielo e la terra della grande evasione fiscale, divulgando informazioni riservate su oltre 130mila clienti di vari Paesi che avevano imboscato i loro soldi presso la filiale ginevrina della banca privata inglese Hsbc. Le tenebre ricoprivano l’abisso in cui erano celati i misteriosi conti […]
Commenti - 6 novembre 2017

La rinascita del digitale in periferia è solo l’ennesimo slogan

Sul muro di un brutto edificio di viale Gorizia, non lontano dalla Darsena dei Navigli milanesi, qualcuno ha fissato un grosso manifesto in bianco e nero. Il disegno mostra un tipo che si sta facendo un selfie. Il telefonino emette tre raggi malefici: lo schermo dell’apparecchio riproduce, infatti, un teschio. Sotto l’immagine, campeggia un neologismo: […]
Mondo - 29 ottobre 2017

Soraya, la “cocca” di Rajoy viceré della normalizzazione

Cavoli amari per i catalani che sognano la secessione. Perché alla guida della Catalogna si è installata la vicepresidente del governo Maria Soraya Sáenz de Santamaria Anton, 46 anni, più conosciuta come Ssds, cioè Soraya Sáenz de Santamaria, la Margaret Thatcher di Valladolid, roccaforte della Spagna conservatrice e monarchica (tanto che viene chiamata Fachadolid.). Donna […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×