/ di

Federico Pontiggia Federico Pontiggia

Federico Pontiggia

Giornalista e scrittore

Il 14 gennaio 1978 a Seveso nevicava: la casa prese fuoco comunque. Sono stato anche a Chernobyl, dove però non sono più tornato. Sul Cavaliere Azzurro di Kandinskij il primo pezzo che ricordo. Poi, a Torino ho incontrato il cinema: sono passato dal Terzo uomo al Cattivo tenente, ci ho fatto la tesi, e tante altre cose. Oggi, sono redattore di cinematografo.it e Rivista del Cinematografo, scrivo, tra gli altri, per Rolling Stone, Carta e Il Cittadino di Monza e Brianza. Ma vivo a Roma: ricambiato

Blog di Federico Pontiggia

Cinema - 3 Marzo 2014

Oscar 2014: Matthew McConaughey, il McWinner degli Academy Awards

Niente da fare: Martin Scorsese (The Wolf of Wall Street) e David O. Russell (American Hustle) tornano a casa a mani vuote. Per entrambi, l’Oscar può attendere, sebbene Martin – contentino – l’abbia già vinto per The Departed. Ma la sconfitta più grande, ci perdonino, non è la loro, e nemmeno quella di U2 e […]
Cinema - 28 Febbraio 2014

Film: Tir, il Paese in cui i prof fanno i camionisti

Ancora on the road, ma senza maledettismi, senza canne e poesia: il viaggio è pragmatico, coatto. Né maggiolino, né transporter, ma un anonimo TIR, un bestione della strada, a tracciare una X sull’Europa che non c’è: dalla Svezia a Roma, da Siviglia a Budapest. In cabina, giorno e notte per quattro mesi, sono in due: […]
Cinema - 13 Febbraio 2014

Film: ancora ‘sotto la stella’ di Verdone

“Senza realtà non so lavorare”. Sotto una buona stella arriva in sala, “raccontando il tempo che sto vivendo: metto le nostre emergenze in commedia, con senso della misura ed equilibrio, perché i temi sono seri”. Così Carlo Verdone licenzia il suo nuovo film, in cui da uomo d’affari rampante si ritrova all’improvviso senza moglie e […]
Cinema - 6 Febbraio 2014

‘A proposito di Davis’, l’omaggio dei Coen al folk di Greenwich Village

Agli Oscar è rimasto a secco: due nomination tecniche per fotografia e missaggio sonoro, film, regia e attori non pervenuti. Shame on you, bacucchi e waspissimi membri dell’Academy, perché A proposito di Davis (Inside Llewyn Davis) di Joel ed Ethan Coen meritava, anzi, invocava un trattamento migliore. Poverini (i giurati). Che hanno pagato i talentuosi […]
Cinema - 31 Gennaio 2014

Film – Donne, psicofarmaci e vecchi merletti: benvenuti a Osage County

Profondo Oklahoma o, se volete, no man’s land. Una mater familias (Meryl Streep, wow!) tutta pillole, mania di controllo e cattiveria; la figlia più grande (Julia Roberts, brava) che le assomiglia, le tiene testa, eppure non c’è rimedio; la figlia di mezzo (Juliette Lewis) che si innamora sempre dell’uomo sbagliato; la figlia più piccola (Julianne Nicholson) […]
Cinema - 26 Gennaio 2014

Commedia, i francesi la fanno meglio

Dal teatro al cinema, mettendo in scena il proprio vissuto: difficile, “vergognoso”, ambiguo, irrisolto, dannatamente divertente. È Tutto sua madre (Les garçons et Guillaume, a table!) scritto, diretto e doppiamente interpretato da Guillaume Gallienne, a partire dalla sua pièce omonima che in Francia conquista pubblico e critica da 15 anni. Applausi confinati Oltralpe, s’intende, ma […]
Cinema - 23 Gennaio 2014

‘The Wolf of Wall Street’, dieci motivi per un capolavoro

Dieci motivi per cui ‘The Wolf of Wall Street’ è un capolavoro, e ‘deve’ essere visto. 1) E’ Martin Scorsese ai suoi massimi: cinefilo e cinefago, americano coinvolto ed europeo distaccato, classico e punk. Ed è pure generoso: vi chiederete, è un film di Martin o del suo feticcio Leo Di Caprio? Di Caprio ha […]
Cinema - 16 Gennaio 2014

‘The Counselor’, un carrello di bolliti nel piatto di Ridley Scott

Ciak, si gira… la lingua. Tra candide coltri e complice ironia, il sornione Michael Fassbender pratica il connilingus all’arrapatissima Penelope Cruz. Ma è il primo, brutto segno: hai a disposizione “l’uomo che può giocare a golf con le mani dietro la schiena” (courtesy George Clooney, chi ha visto Shame sa di che parla …) e […]
Cinema - 12 Dicembre 2013

Cinema: Medeas, premiato da Scorsese dimenticato dalla Rai

Martin Scorsese: “Un film straordinario, grazie per averlo fatto”. Paolo Sorrentino: “Bellissimo, per qualsiasi cosa chiamami”. Fatih Akin: “Mi ha davvero colpito”. Sul palco del festival di Marrakech c’è un 31enne, italiano trapiantato a Los Angeles, esordiente con Medeas. Presidente di giuria Scorsese, Andrea Pallaoro ha vinto per la migliore regia, ed è solo l’ultimo […]
Cinema - 5 Dicembre 2013

‘Dietro i candelabri’: sesso e showbiz. L’ultimo film di Soderbergh

Liberace, chi era costui? Pianista talentuoso, strapagato e idolatrato fra gli anni 50 e 70, Liberace non rivelò mai pubblicamente la propria omosessualità: troppe fan avrebbero avuto un colpo al cuore, e il cachet pure. Un backstage identitario “svelato” da Dietro i candelabri (Behind the Candelabra) di Steven Soderbergh, che ripercorre la relazione tra il […]
Oscar 2014, La Grande Bellezza trionfa. Sorrentino come Fellini 50 anni dopo
Oscar, maledizione Titanic per Leonardo DiCaprio: 4 nomination e zero statuette

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×