/ di

Federico Marcon Federico Marcon

Federico Marcon

Esperto di cooperazione allo sviluppo

Ormai quarantacinquenne, sono nato per sbaglio a Milano (città che mai ho amato e sentito mia) da un miscuglio parentale veneto-abruzzese, ma nelle mie vene scorrono sangue, grinta e passione romagnola della mia vera domus aurea, Cesenatico.

Sull’onda genitoriale ho studiato giurisprudenza, salvo poi rendermi conto che abbruttire le mie giornate facendo la coda davanti allo sportello degli ufficiali giudiziari sarebbe stato un volgare affronto alle mie aspirazioni.

Ed ho così deciso di cambiare vita e rotta: ho girato il mondo lavorando per le Nazioni Unite, Guyana, Gabon, Timor Est e Brasile, operando in prima linea sui dossier dell’infanzia rubata e maltrattata e trattando le inevitabili scartoffie burocratiche del sistema Onu con lo stesso entusiasmo del commissario Montalbano.

Rientrato in Italia per qualche anno, ho diretto una Organizzazione Non Governativa (Ong) specializzata sul tema disabilità, coltivando il sogno di non sentire mai più parlare di handicap, ma di abilità eterogenee, primo passo verso l’annullamento di ogni discriminazione.

Tre anni fa con mia moglie abbiamo deciso di rimetterci in gioco, vogliosi di un nuovo approdo. Abbiamo controllato la classifica delle città più vivibili al mondo (The Economist) e comprato un biglietto solo andata per Melbourne, che da qualche anno colleziona titoli allo stesso ritmo della Juventus nel campionato italiano.

Ed eccoci qui, con i nostri due figli Vanessa ed Edoardo che vivono in ciabatte vicino alla spiaggia e barattano cartella scolastica con tavola da surf quando tornano da scuola, respirando aria a pieni polmoni e godendo di una libertà ed indipendenza impensabili nelle nostre città europee (purtroppo) blindate.

Lavoro come Business Development Manager (titolo che in Italia sarebbe considerato una bestemmia nel terzo settore) per Plan International, una delle maggiori Ong mondiali con progetti in 70 paesi. Mi occupo soprattutto di Asia e Pacifico, in un contesto difficile per quanto riguarda i fondi del governo ma con enormi potenzialità di ricerca ed innovazione in partenariato con il settore privato.

E spero, con questo blog, di condividere con voi storie di un Paese giovane e dinamico, che guarda al futuro come un’opportunità e non una minaccia, ed allo stesso tempo raccontare il terzo settore internazionale senza quel provincialismo residual-vendicativo che ho sovente incontrato in Italia, ma come vero elemento fondante di una società equa e libera, in cui e per cui vale la pena vivere.

Blog di Federico Marcon

Politica - 23 aprile 2013

Avviso ai naviganti della sinistra smarrita (parte 3)

Dedicato a: quelli che “insomma, caro Pd, fai ‘sto goverrnissimo delle larghe intese e non fare troppo il puntiglioso sulle differenze con il Pdl”quelli che “ci piace Renzi perché è uno che sfonda a destra”quelli che “la prossima tappa sono i bastoni per strada”quelli che “queste buste minatorie con proiettili che ricominciano a girare per […]
Politica - 19 aprile 2013

Avviso ai naviganti della sinistra smarrita (parte 2)

….segue Dedicato a: quelli che “insomma, Bersani, fai sto governissimo delle larghe intese e non fare troppo il puntiglioso sulle differenze con il Pdl”quelli che “ci piace Renzi perché è uno che sfonda a destra”quelli che “la prossima tappa sono i bastoni per strada”quelli che “queste buste minatorie con proiettili che ricominciano a girare per […]
Giustizia & Impunità - 11 aprile 2013

Avviso ai naviganti della sinistra smarrita (parte 1) – Fausto e Iaio e la follia della lotta armata

Dedicato a: quelli che “insomma, Bersani, fai sto goverrnissimo delle larghe intese e non fare troppo il puntiglioso sulle differenze con il Pdl”quelli che “ci piace Renzi perché è uno che sfonda a destra”quelli che “la prossima tappa sono i bastoni per strada”quelli che “queste buste minatorie con proiettili che ricominciano a girare per le […]
Politica - 5 aprile 2013

Nuovo governo, rivoluzionari in stallo

I rivoluzionari storicamente sono troppo impegnati a fare la rivoluzione per fermarsi a riflettere. Vale anche per i due grandi “rottamatori” e “sfasciatori” del nostro paese, Matteo Renzi e Beppe Grillo. Provate a tornare con la mente a sei mesi fa: tirava aria nuova a quei tempi, dappertutto proliferavano armi (dialettiche) di distruzione di massa […]
Società - 26 marzo 2013

Governo e crisi: la perdita di memoria storica

A volte mi capita di pensare che noi italiani siamo davvero privi di memoria storica e politica. E le vicende degli ultimi giorni non fanno che confermare questa sensazione. Ve lo dimostro in tre punti, tutti inerenti le recenti vicende politiche. Primo punto: Bersani deve muoversi a fare queste consultazioni in brevissimo tempo, perché non […]
Società - 13 marzo 2013

Province, l’abolizione è solo uno slogan politico?

Quello che trovo assolutamente insopportabile ogniqualvolta sento qualche politico parlare dell’abolizione delle province (ci è cascato pure Bersani, ultimamente) è che questo discorso nasconde una pigrizia atavica della nostra classe dirigente: quella di riflettere seriamente sul rapporto tra le istituzioni pubbliche (non solo politiche, quindi) ed i cittadini a livello territoriale. Sinceramente non mi importa […]
Scuola - 5 marzo 2013

Scuola, l’ora di legalità

Nella classe di mia figlia – terza elementare – una maestre eroica, che non si è lasciata piegare né dalla Gelmini né dalle innumerevoli riforme che negli ultimi 15 anni hanno devastato la nostra scuola pubblica, ha intrapreso con gli alunni un percorso extra-curriculare di educazione alla legalità, con focus specifico sullo studio della mafia, […]
Società - 15 febbraio 2013

Cooperazione: internazionalizziamo le nostre imprese sociali

Che gli equilibri geo-politici mondiali stiano rapidamente mutando è sotto gli occhi di tutti. Ce lo diciamo ogni giorno e basta analizzare i dati macro-economici del globo per capire che, nel giro di pochi anni, vi sarà un rovesciamento portentoso del potere economico a favore dei paesi che ci ostiniamo a chiamare emergenti e che […]
Politica - 6 febbraio 2013

Elezioni, ma dove è finito il governo?

Ma voi non avete nostalgia del primo Monti, quello appena insediato da Napolitano? Io moltissima, lo confesso. Ricordate che nei primi giorni di governo tutti i programmi televisivi facevano a gara per invitarlo e lui per un po’ se ne stette ben lontano, dicendo che la situazione del Paese era serissima, richiedeva il massimo sforzo […]
Elezioni 2013 - 31 gennaio 2013

Elezioni 2013: la democrazia è salda, i candidati no

Va bene, ammettiamolo: Berlusconi nell’ennesima versione dell’”arieccolo” è francamente indigesto, Monti in un mese di bagarre elettorale e finti giovanilismi suggeriti dai suoi (pessimi) spin doctor ha mandato in malora un anno di credito conquistato, Bersani che viene a raccontare che il Pd non interferisce con Monte dei Paschi fa concorrenza ai migliori comici mondiali, […]
M5s, Grillo: “Un tranquillo weekend di vomito, inciucio conclamato”
Proposta di speranza residua per salvare il Paese

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×