/ di

Federico Marcon Federico Marcon

Federico Marcon

Esperto di cooperazione allo sviluppo

Ormai quarantacinquenne, sono nato per sbaglio a Milano (città che mai ho amato e sentito mia) da un miscuglio parentale veneto-abruzzese, ma nelle mie vene scorrono sangue, grinta e passione romagnola della mia vera domus aurea, Cesenatico.

Sull’onda genitoriale ho studiato giurisprudenza, salvo poi rendermi conto che abbruttire le mie giornate facendo la coda davanti allo sportello degli ufficiali giudiziari sarebbe stato un volgare affronto alle mie aspirazioni.

Ed ho così deciso di cambiare vita e rotta: ho girato il mondo lavorando per le Nazioni Unite, Guyana, Gabon, Timor Est e Brasile, operando in prima linea sui dossier dell’infanzia rubata e maltrattata e trattando le inevitabili scartoffie burocratiche del sistema Onu con lo stesso entusiasmo del commissario Montalbano.

Rientrato in Italia per qualche anno, ho diretto una Organizzazione Non Governativa (Ong) specializzata sul tema disabilità, coltivando il sogno di non sentire mai più parlare di handicap, ma di abilità eterogenee, primo passo verso l’annullamento di ogni discriminazione.

Tre anni fa con mia moglie abbiamo deciso di rimetterci in gioco, vogliosi di un nuovo approdo. Abbiamo controllato la classifica delle città più vivibili al mondo (The Economist) e comprato un biglietto solo andata per Melbourne, che da qualche anno colleziona titoli allo stesso ritmo della Juventus nel campionato italiano.

Ed eccoci qui, con i nostri due figli Vanessa ed Edoardo che vivono in ciabatte vicino alla spiaggia e barattano cartella scolastica con tavola da surf quando tornano da scuola, respirando aria a pieni polmoni e godendo di una libertà ed indipendenza impensabili nelle nostre città europee (purtroppo) blindate.

Lavoro come Business Development Manager (titolo che in Italia sarebbe considerato una bestemmia nel terzo settore) per Plan International, una delle maggiori Ong mondiali con progetti in 70 paesi. Mi occupo soprattutto di Asia e Pacifico, in un contesto difficile per quanto riguarda i fondi del governo ma con enormi potenzialità di ricerca ed innovazione in partenariato con il settore privato.

E spero, con questo blog, di condividere con voi storie di un Paese giovane e dinamico, che guarda al futuro come un’opportunità e non una minaccia, ed allo stesso tempo raccontare il terzo settore internazionale senza quel provincialismo residual-vendicativo che ho sovente incontrato in Italia, ma come vero elemento fondante di una società equa e libera, in cui e per cui vale la pena vivere.

Blog di Federico Marcon

Cervelli in fuga - 1 aprile 2014

Burocrazia, l’esempio dell’Australia: ecco come lo Stato ti semplifica la vita

Ogni anno Banca Mondiale ed International Finance Corporation pubblicano un rapporto intitolato “Doing business”, in cui vengono analizzate le condizioni strutturali di 189 economie del mondo per capire quanto il sistema normative e i regolamenti di ciascun paese facilitino l’avvio e l’operatività di un’impresa. L’Italia nell’ultima rilevazione (giugno 2013) si è piazzata al 65esimo posto […]
Mondo - 23 febbraio 2014

Melbourne, scuole aperte come moderni centri sociali

I miei due figli a Melbourne frequentano una scuola elementare 24/7. Pubblica. Cancelli sempre aperti – ciò a onor del vero viene reso più semplice dalla sicurezza della città e dalla quasi totale assenza di invertebrati che si divertono a vandalizzare il bene comune -, campi sportivi a disposizione della comunità, giardini in cui i […]
Mondo - 17 febbraio 2014

Melbourne, pensionati ‘d’oro’ per la comunità

Quando ci si reca nel centro di Melbourne si notano agli angoli delle strade degli arzilli “vecchietti”, di tutto punto vestiti, che forniscono ai turisti indicazioni sulla città. Si chiamano “City Ambassadors” ed affiancano i funzionari dell’Ente del Turismo locale nell’erogare servizi alle persone che sono in visita alla città. Gentili, professionali, è un piacere […]
Sport & miliardi - 6 febbraio 2014

Australia: il buon esempio di chi il calcio lo fa

Qualche giorno fa, da buon emigrante italico, ho portato i miei figli a vedere una partita di soccer a Melbourne: qui lo chiamano soccer perché utilizzano la parola football per un altro tipo di sport, simile al rugby, per il quale soprattutto a Melbourne la gente è davvero fanatica. La partita era Melbourne-Sidney, due città […]
Cervelli in fuga - 24 gennaio 2014

Frontiere: la lezione australiana all’Italia del caso Ablyazov

Una settimana fa mi sono trasferito a Melbourne (Australia) con la mia famiglia, desideroso di vivere in un paese che guarda al futuro come un’opportunità da cogliere e non come una minaccia da evitare, non oberato da un passato troppo ingombrante che spesso costituisce una sorta di freno a mano permanentemente inserito che non permette […]
Società - 2 gennaio 2014

Solidarietà, anche i poveri hanno diritto al telefonino

Scena di vita vista e vissuta direttamente. Piazza in centro di una delle maggiori città italiane del Nord; quartiere residenziale, zona ben abitata. Due eleganti signori sopra i 60 anni, che non si conoscono tra di loro, passano di fianco ad una mendicante, anch’ella non più di primo pelo. Non riesco a darle un’età con […]
Sport & miliardi - 5 dicembre 2013

Milan: Galliani-Berlusconi, telenovela dei mali italici

Se un amico straniero mi chiedesse di illustrargli con una semplice storiella il sunto dei mali che affliggono il nostro paese, non troverei nulla di meglio che fargli leggere le tappe della telenovela che da qualche giorno riempie i giornali nostrani: no, non sto parlando di Renzi-Civati-Cuperlo, ma della querelle esplosa per il controllo del […]
Economia & Lobby - 25 novembre 2013

Impresa e politica, puntare sul prodotto paga

Ho sempre avuto un atteggiamento alquanto sospettoso verso quei capitani di industria ed imprenditori poco coraggiosi che parlano solo di ristrutturazioni aziendali, assetti societari, governance e rapporti con la finanza. Rimango convinto che il quid in più in questa categoria non occorra cercarlo nelle pieghe di carte e scartoffie, ma nella catena produttiva che sforna […]
Mondo - 4 novembre 2013

Datagate, contro lo spionaggio spostiamo il G8 all’Onu?

Credo che ben poche persone siano mai state pienamente convinte dell’utilità dei vari assembramenti dei potenti della Terra quali i vari G8, G20 etc.. Se facciamo un bilancio di questi eventi, rileviamo a mio parere quattro criticità di base: 1) le vere decisioni strategiche a livello globale non sono mai state assunte in questi fora, […]
Economia & Lobby - 15 ottobre 2013

Cooperazione, i guasti delle politiche finanziarie incerte

Oggi vorrei raccontarvi una piccola storia riguardante il mondo della cooperazione internazionale, per molti di voi probabilmente poco significativa, per spiegarvi i guasti che in tutti i settori della vita italiana vengono causati dal continuo cambiamento della programmazione di spesa delle risorse pubbliche dello Stato, dettata da fini elettorali o dall’ansia di ogni nuovo Governo […]
‘Islanda, lavoro e affitto in nero. Tra vichinghi, vita cara e squali all’ammoniaca’
Animatore 3D in Islanda. “Persone gentili, lavoro in regola e aurore boreali splendide”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×