/ di

Eduardo Di Blasi Eduardo Di Blasi

Eduardo Di Blasi

Giornalista

Sono nato a Salerno, l’anno 1975, il mese di aprile. Mi sono diplomato al liceo “G. Da Procida” che dette il diploma, l’anno seguente, al futuro ministro Carfagna. Ho iniziato a fare il giornalista abbastanza giovane, consumandomi scarpe e polmoni dietro l’emergenza rifiuti campana, e scrivendone sulle pagine de “La Città”. Ho frequentato una scuola di giornalismo, a Milano, l’Ifg, all’epoca in cui gli stagisti potevano anche ambire a entrare nelle redazioni dei giornali. Sono entrato nella redazione de l’Unità, cronaca di Roma, poi Interni, Politica. Sono al Fatto Quotidiano dalla fine dello scorso aprile.

Articoli Premium di Eduardo Di Blasi

Società - 12 novembre 2018

“Io, un padre alle prese con le Lol e la réclame invasiva su YuoTube”

“Papà, però come vestono male le cinesi”. Il padre muove lo sguardo a destra: la signora con pantaloni di pile blu a pois bianchi e camicia di seta con due sbuffi sulle spalle e zoccoli ai piedi pare confermare le parole pronunciate dalla figlia di otto anni che ora lo guarda interrogativa: “Le cinesi!”, ripete. […]
Società - 18 giugno 2018

Occupied, ritorna il russo super cattivo stile Ivan Drago

Era dai tempi di Rocky Balboa che con il giaccone di montone nella neve andava a sfidare Ivan Drago in Unione Sovietica in un match di boxe che avrebbe segnato i destini del mondo, che i russi non erano così cattivi in tv. Talmente cattivi che quando nel 2015 venne mandata in onda per la prima […]
Cronaca - 15 agosto 2017

Ex Opg di Aversa, il dolore dei “pazzi” chiusi dentro

“Il paziente si presenta tranquillo e disponibile al colloquio. Risponde con coerenza alle domande, anche se, a volte, presenta una ipocriticità. Su alcuni momenti asserisce con atteggiamento fatuo forzato sul quale si nutrono dubbi. Riferisce di essere stato arrestato per aggressione a una sua compagna con la quale ha un figlio di 8 anni. Sembrerebbe […]
Politica - 16 aprile 2017

Mr. Franceschini e quel pasticciaccio Consip-Colosseo

Da quando il ministero dei Beni culturali ha preso a interessarsi con maggiore attenzione del Colosseo, le cose non stanno andando benissimo. L’Anfiteatro Flavio, da solo, porta nelle casse del ministero qualcosa come 60 milioni di euro l’anno di biglietti. Per cui è questione da maneggiare con cura. Il dicastero di Dario Franceschini, nella sua […]
Italia - 9 aprile 2017

“Chi non sa gestire un giornale non può governare il Paese”

Era un filosofo e un politico. Ed era anche, circostanza che a volte è ricordata a margine, un giornalista Antonio Gramsci di cui a fine mese ricorrono gli 80 anni dalla morte (si spense giovane, a 46 anni, il 27 aprile del 1937). Ma il fondatore de l’Unità, era anche un incredibile teorico del mestiere. […]
Politica - 27 ottobre 2016

Addio via dei Giubbonari. Sfrattati dopo settant’anni

Sfrattati dopo settant’anni. Finisce così la storia “materiale” del circolo Centro Storico del Pd di via dei Giubbonari a Roma, già sezione del Pci Regola-Campitelli intitolata a Guido Rattoppatore, Gappista attivo a Campo de’ Fiori, seviziato a via Tasso e fucilato a Forte Bravetta il 7 marzo 1944. Da oltre 70 anni l’ex “Casa del […]
Politica - 16 settembre 2016

E Ciampi studiò: il mandato bis è incostituzionale. Il libro di Peluffo

Questo articolo è stato pubblicato sul Fatto il 06/05/2014 Mancava meno di un anno alla fine del mandato di Carlo Azeglio Ciampi. Paolo Peluffo, consigliere per la stampa e la comunicazione durante la sua presidenza, racconta nel libro Carlo Azeglio Ciampi: “Per molti mesi, Ciampi aveva preparato, come gli è solito fare, un piccolo fogliettino, […]
Politica - 22 luglio 2016

Metro C, c’è un castrum romano nella stazione

L’ultimo guaio della Metro C di Roma è affiorato nell’ottobre del 2015. Un muretto di epoca romana, poi datato all’era dell’imperatore Adriano. Un pezzetto di opus reticolatum tipico in città nei due secoli a cavallo della nascita di Cristo, sporgeva proprio nel perimetro dove si stava scavando la stazione di Amba Aradam, mediana tra San […]
Italia - 1 luglio 2016

Da SS a 007, la guerra di Monti: ginecologo e spia anti-Urss

A quindici anni Adriano Monti è già un reduce. È il 25 aprile 1945, giorno della Liberazione e lo troviamo a vagare per le campagne lombarde in direzione della sua casa di Bergamo. La città è sede dell’Ufficio per le relazioni energetiche del ministero delle Corporazioni della Repubblica di Salò. È qui che lavora suo […]
Commenti - 27 maggio 2016

Vincenzo Boccia: quel “grazie” a Orazio, il papà orfano e comunista

Dal palco dove parla da neopresidente di Confindustria, Vincenzo Boccia ringrazia il padre: “L’emozione più grande è vederti seduto in platea, davanti a me, e pensare da dove sei partito”. Sono passati 73 anni da quando Orazio Boccia, fondatore delle Arti Grafiche che portano il suo cognome, fuggiva sotto le bombe a Pandola, frazione di […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×