Copertina di Quei tossici dei filosofi
L’anteprima

Quei tossici dei filosofi

Una “storia stupefacente” - Un saggio su droghe e pensiero. Un esempio? Jean-Paul Sartre, l’esistenzialista rigoroso, ogni giorno si cala “due pacchetti di sigarette; numerose pipe di tabacco scuro; più di un litro di alcool, tra vino, birra, whisky, eccetera; duecento milligrammi di amfetamine”

Di Camilla Tagliabue Icons/ascolta