/ di

Claudio Figini Claudio Figini

Claudio Figini

Coordinatore della Cooperativa Sociale COMIN e pedagogista

Sono un pedagogista. Classe 1956. Per 18 anni sono stato educatore in comunità per minori. Dal ’79 l’ho fatto per la Cooperativa Sociale COMIN che coordino dal ‘97.
Da ‘vecchio’, sono tornato al vecchio amore, condividendo il mio ruolo di coordinatore con la vita in comunità con i ragazzi.
Sono milanese di nascita e i colori che preferisco sono non a caso il nero e l’azzurro. Anche se questo mio tratto distintivo non compare tra i segni particolari sulla mia carta d’identità, ahimè.
Su questo blog posterò riflessioni e pensieri che raccontano l’impegno di chi si adopera per costruire una città più coesa e matura, di chi lavora per costruire ‘città accoglienti’, capaci di accompagnare, condividere e sostenere la vita delle persone. In particolare di quelle che più faticano.
Vi racconterò ciò che più mi sta a cuore e quello in cui credo. E lo farò, in particolare, dando voce alla cooperativa COMIN.
Ci tengo a precisare che il soggetto che scrive è un ‘noi’, un soggetto plurale insomma. Questo non tanto perché io mi senta abitato da più persone – anche se forse a chi ha a che fare con me, a volte sarà sembrato – quanto perché ogni post, è davvero scritto insieme. E non solo nel senso più ovvio che il pensiero è frutto delle esperienze e delle riflessioni condivise con le tante persone che con me cercano di darsi da fare, ma proprio in senso reale.
Gli articoli, anche se vicino al titolo (per comodità o magari per bellezza – lasciatemi questa illusione!) c’è una sola faccia, sono davvero fatti assieme. Ci si confronta, si elabora prima di arrivare all’idea ‘giusta’, a quel punto si scrive, e anche qui a volte a più mani.
La chiamiamo scrittura collettiva, e a noi questo pare proprio un bel modo di scrivere.

Blog di Claudio Figini

Scuola - 15 settembre 2014

Insegnanti, quanto sono importanti! Impariamolo dall’Uruguay

Mi è capitato di leggere quel che penso sia l’ultimo lavoro di Sepulveda pubblicato in Italia e vi ho trovato una notizia che mi ha colpito. Riferisce lo scrittore cileno che in Uruguay è stata proposta una legge intesa a sancire che, nel Paese, non un parlamentare né un ministro e neppure il Presidente in […]
Società - 11 luglio 2014

Case famiglia: quanti grammi pesa un intervento educativo? La storia di Jimmy

Vi propongo un racconto il cui autore è una delle tre penne di questo blog, che mi piace ricordare è una scrittura collettiva. Ogni nostro post è pensato insieme, condiviso e spesso scritto a più mani. Questa volta no: penna e testa sono di Juri. Nel bellissimo film Smoke, Harvey Keitel racconta di come, ai […]
Società - 28 giugno 2014

Crisi, convivere con cattiveria e stupidità può cambiare una vita?

Amici, stavolta il lavoro lo lascio a voi. Mi limiterò a condividere un fatto che mi è accaduto un paio di settimane fa e a rovesciarvi addosso il malessere che mi ha lasciato. Lascerò domande sospese, perché non saprei rispondere. Credo che certe condizioni di vita possa capirle e raccontarle solo chi le affronti, le […]
Media & Regime - 4 giugno 2014

‘Le Iene’ e il presunto ‘business’ dei minori

Oggi vorrei stigmatizzare certi pregiudizi alimentati da servizi televisivi discutibili e aggressivi che sfruttano l’imbarazzo dell’interlocutore non avvezzo alle telecamere per disinnescargli sul nascere spiegazioni e giustificazioni. Già, perché a volte non basta avere la coscienza pulita per essere abili affabulatori. È un tipo di televisione che ricorda quella pubblicità coi tipi a cui piace […]
Società - 15 maggio 2014

Cambiare politica senza l’antipolitica. Insieme

Giusto un paio di mesi fa, il Comune di Bologna ha approvato il “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”. Personalmente, ho accolto con gioia la notizia della stipulazione di questo importante atto: spero possa divenire una vera pietra miliare. Ritengo infatti che la strada […]
Società - 5 maggio 2014

Genitori-figli: ‘Spero che dirai che è bello essere padre’ (parte quinta)

Non pensavo che i contributi che hanno dato vita a questa sezione ad hoc nel mio blog sarebbero stati così numerosi, invece continuo a ricevere testimonianze sul ruolo del padre. Anche se non riesco a pubblicarli tutti, questi racconti dei padri sono il sale per noi che siamo partiti mossi dal desiderio di trovare una direzione, […]
Cultura - 16 aprile 2014

Perdersi in un libro ai tempi della rete

Il 54% degli italiani non legge nemmeno un libro all’anno. Il grosso della restante porzione ne legge uno. È un fenomeno agghiacciante: significa che la cultura ha i giorni contati. Lo so: leggere non rende di per sé colti, ma devo ancora incontrare qualcuno che sia colto senza leggere. L’idea mi affligge e mi spinge […]
Diritti - 26 marzo 2014

Stranieri: permesso a punti e corsi di italiano, che fa lo Stato per l’integrazione?

Chi segue questo blog in maniera più o meno assidua, si sarà reso conto che ogni volta che pubblico un post che ha per oggetto il tema del diritto di cittadinanza dei cosiddetti ‘nuovi italiani’ o storie di migrazione i commenti – quelli che somigliano più a insulti che a critiche – fioccano. Se scelgo […]
Società - 11 marzo 2014

Sulle orme di Don Gallo: Manifesto per una nuova politica sulle droghe

“Riconoscere al cittadino tossicodipendente, come a chiunque altro, responsabilità piena e intangibile, non è solo un orientamento etico e politico: esso è anche un dettato costituzionale (art. 3 della Costituzione). Non di meno, lo ripeto, il tossicodipendente non viene considerato persona dall’epistemologia proibizionista, ma viene identificato con la sua problematica, ingabbiato in un ruolo, appiattito […]
Società - 15 febbraio 2014

Genitori-figli: ‘Spero che dirai che è bello essere padre’ (parte quarta)

Ogni tanto torniamo alla carica con questo titolo. Siamo alla quarta puntata di un articolo, che sin da subito abbiamo detto sarebbe stato a puntate e a più voci. ‘Spero che dirai che è bello essere padre’ ha portato dentro il blog alcuni lettori. Quelli desiderosi di condividere la propria esperienza, convinti, come noi, che dai singoli […]
Scuola, in Sicilia salta il primo giorno di lezioni. “Vietato l’ingresso” a venti liceali
Il primo giorno di scuola non conta, amate gli altri duecento

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×