/ di

Andrea Lupi e Pierluigi Morena Andrea Lupi e Pierluigi Morena

Andrea Lupi e Pierluigi Morena

Avvocati internazionalisti

Pierluigi Morena 

Sono avvocato con formazione in diritto italiano e spagnolo. Ho esercitato la professione forense a Madrid per due anni, titolare di studio membro dell’Unione internazionale degli Avvocati. Mi occupo di diritto civile, commerciale interno ed internazionale, recupero crediti all’estero. Svolgo l’attività professionale anche a Barcellona dove collaboro con lo studio Attis Legal. Sensibile alle tematiche ambientali, sono impegnato in battaglie per la tutela del territorio. Un bel giorno, all’improvviso, mi sono appassionato di scrittura. Così ho iniziato con articoli e con poesie arrivando a sperimentare testi per la video art e infine racconti, il più recente è L’ultimo chilometro prima del vento.

 Andrea Lupi 

Sono avvocato con formazione in diritto spagnolo e italiano.Esercito la professione forense a Barcellona, socio fondatore dello Studio Legale Internazionale Attis Legal, SLP. Mi occupo di Derecho Civil, Laboral e ancora Internacional forte della collaborazione con studi associati che operano strategicamente nel mondo. Mi unisce a Pierluigi Morena una fortissima amicizia, progetti internazionali di lavoro e una visione spesso comune delle cose. Abbiamo così deciso di raccontare storie spagnole partendo dalla nostra professione, quindi da un ulteriore punto di vista. Oramai perfettamente integrato nella cultura spagnola da oltre tredici anni, scopro, di giorno in giorno, il peso e l’importanza della nostra italianità.

Blog di Andrea Lupi e Pierluigi Morena

Zonaeuro - 25 novembre 2015

Catalogna nell’instabilità politica: le imprese migrano verso Madrid

“Insicurezza giuridica”, questo il motivo che metterebbe in fuga le imprese dalla Catalogna, è quanto sostiene Axesor, una delle principali agenzie di rating spagnole. “Conocer para decidir”, lo slogan della società, sembra mutuato dal “conoscere per deliberare” di Luigi Einaudi, la conoscenza dei dati economici potrebbe ora far riflettere l’opinione pubblica e condizionare, in futuro, […]
Mondo - 2 novembre 2015

Indipendenza Catalogna: cinque spunti per capire che aria tira

Cinque spunti per provare a spiegare il clima che si respira nelle ultime settimane in Catalogna: Primo: le formazioni indipendentiste, “Junts pel Sì” (coalizione degli ex moderati di Convergència di Artur Mas e di Esquerra Republicana, la sinistra repubblicana) e Cup (Candidatura d’Unitat Popular, la sinistra anticapitalista), che nelle recenti elezioni per il rinnovo della […]
Mondo - 19 ottobre 2015

Cannabis club: in Catalogna la magistratura cambia rotta. Con mille incongruenze

Qualche anno fa nelle pagine di questo blog scrivemmo di “Barcellona come Amsterdam”, cioè di come un vuoto legislativo in tema di “drogas blandas” (droghe leggere) aveva avvicinato la città del modernismo alla capitale olandese, luogo libertario per antonomasia. Una semplificazione comunicativa ci fece accostare i noti “coffee shop” olandesi, attività aperte al pubblico per […]
Mondo - 26 settembre 2015

Elezioni Catalogna in sei punti: ‘Building Catalunya’, un nuovo Paese oppure no?

PRIMO, non è vero che “Junts pel Sì” (Insieme per il Sì), la coalizione degli indipendentisti catalani guidata da Artur Mas (leader del partito -un tempo- moderato Convergència) e Oriol Junqueras (Erc) non abbia un programma definito, come sostengono i detrattori del progetto secessionista. Oltre cento pagine delineano le tre fasi che, in caso di […]
Mondo - 28 agosto 2015

Guatemala in crisi: accuse di corruzione ai vertici politici

Un’inchiesta per corruzione scuote da mesi le istituzioni politiche in Guatemala. Il presidente della Repubblica centroamericana, Otto Pérez Molina, fondatore del Partido Patriota, formazione di destra, è accusato di essere al vertice di una organizzazione dedita alla corruzione che, con una struttura ramificata, controlla i traffici doganali sottraendo risorse allo Stato. “La Línea” è denominata […]
Mondo - 17 luglio 2015

Elezioni in Catalogna, patto tra indipendentisti: l’adiós a Madrid in sei mesi

Dal “9-N” al “27-S”, in Catalogna si conferma la tendenza a semplificare con una sigla un quadro politico complesso. Il “9-N” era l’acronimo delle “elezioni plebiscitarie”, convocate un anno fa da Artur Mas, presidente della Generalitat, il parlamento catalano, per l’autunno scorso. Consultazione per l’indipendenza da Madrid paralizzata dal tribunale costituzionale spagnolo che accoglieva il […]
Mondo - 18 giugno 2015

Podemos, la difficile sfida del nuovo sindaco di Madrid

Manuela Carmena, la “sindaca rossa” di Madrid, prende la metro per raggiungere gli uffici comunali della capitale, un gesto semplice ma fortemente simbolico del nuovo indirizzo impresso dalla rappresentante di “Ahora Madrid”, lista anticasta, imperniata su Podemos, capace di spezzare il consolidato asse bipartitico fondato su popolari e socialisti. Ai gesti emblematici Carmena ha promesso […]
Mondo - 3 giugno 2015

Ocse: la Spagna non è un Paese per giovani

La fotografia scattata dall’Ocse deforma un ritratto fissato nell’immaginario collettivo: la festaiola Spagna non è paese per giovani. Il rapporto “Youth, Skills and Employability” curato dall’organismo internazionale è impietoso, la Spagna è il paese dei precari, la seconda nazione europea con il più alto numero di borsisti con diploma, o con titolo di laurea, nel […]
Mondo - 1 maggio 2015

Spagna, le prime crepe per Podemos?

Un caffè amaro per Pablo Iglesias, leader di Podemos, la formazione spagnola che secondo un sondaggio di Metroscopia dello scorso febbraio, nelle intenzioni di voto sarebbe accreditata di un 27% alle prossime elezioni politiche. Glielo ha servito di buon’ora Juan Carlos Monedero, ideologo del movimento e co-fondatore del partito, dal programma radiofonico “la Cafetera” dell’emittente […]
Sport & miliardi - 28 aprile 2015

Stadio Calderòn: il Tribunale di Madrid si oppone alla demolizione

Un piano urbanistico per cancellare 50 anni di storia. La chiamano Operación Calderón, progetto voluto dal Comune di Madrid, con l’appoggio del club Atletico Madrid, che prevede la demolizione dello stadio Vicente Calderón, per lanciare un intervento urbanistico fatto di palazzoni residenziali e torri di oltre 36 piani. L’operazione speculativa, avviata nel 2008 con la firma di […]
Bce, Draghi contro la deflazione: tutto il necessario non basta più
Portogallo, varato il governo socialista di Costa. Bruxelles “teme” un altro Tsipras

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×