/ di

Andrea D'Ambra Andrea D'Ambra

Andrea D'Ambra

Interprete/Traduttore

Interprete, Travel Blogger

Laureato in Scienze politiche con tesi in Diritto dell’Unione europea e in Interpretazione di conferenza e Traduzione presso la Scuola interpreti di Trieste.

Promotore nel 2006 della petizione per l’abolizione dei costi di ricarica che in pochi mesi raggiunge quota 820mila firme online e grazie anche all’intervento da me sollecitato della Commissione europea, e dopo una campagna online di diversi mesi (senza l’aiuto dei social network) porta all’abolizione che rappresentavano un’anomalia tutta italiana che costava agli italiani due miliardi di euro l’anno.

Nel 2007 fondo l’Associazione dei Consumatori “Generazione Attiva”. In tale veste ho denunciato all’Antitrust le innumerevoli pratiche scorrette e/o pubblicità ingannevoli che quotidianamente molestano i consumatori, ottenendo sanzioni per un ammontare totale di diverse centinaia di migliaia di euro. Mi sono tra l’altro fatto promotore di un appello, affinché le multe per questo tipo di pratiche venissero inasprite e calcolate in base al fatturato delle aziende. Appello sottoscritto e condiviso dall’allora presidente dell’Antitrust Catricalà che inserì la proposta nella sua relazione annuale presso la Camera dei Deputati nel giugno di quello stesso anno.

Autore dell’hashtag twitter #celochiedeleuropa e diversi articoli con lo scopo di divulgare un’informazione veritiera sull’Unione europea e sbugiardare i politici che usano quel ritornello per giustificare iniziative assurde ed impopolari mai chieste da Bruxelles.

Ideatore della petizione al Parlamento europeo per una legge europea che stabilisca l’ineleggibilità dei condannati e il divieto di candidature multiple per le stesse persone in più circoscrizioni. In tale veste sono stato invitato al Parlamento europeo dove ho avuto modo di illustrarla e raccogliere adesioni trasversali.

Appassionato di diritto e sensibile alle discriminazioni. Autore della “Guida per l’iscrizione anagrafica dei cittadini europei” che dal 2011 ha aiutato migliaia di cittadini europei a districarsi nel groviglio della burocrazia italiana e conoscere i loro diritti derivanti dalle norme europee e ottenuto il plauso del Presidente dell’associazione degli operatori demografici associati DeA.

Mia la denuncia che ha portato l’Antitrust ha sanzionare nel 2015 con una maxi multa da 15 milioni di euro il cartello degli armatori privati del golfo di Napoli per intesa restrittiva della concorrenza.

Autore di numerose denunce alla Commissione europea che hanno portato all’apertura di diverse procedure d’infrazione, sono un convinto europeista e credo che da questa possa venire molto del cambiamento necessario per il nostro Paese. Sensibile alle tematiche ambientali sono appassionato a tutto ciò che attiene alle nuove tecnologie, amo le lingue.

Scrivo anche su www.andreadambra.eu e condivido i miei racconti di viaggio su www.mapandfork.com

Twitter: @adambra

Blog di Andrea D'Ambra

Piacere quotidiano - 12 novembre 2014

Scozia: alla scoperta di Edimburgo e le Highland

Arriviamo nella capitale scozzese il giorno di Halloween, e realizziamo immediatamente come il periodo autunnale con le sue luci e i suoi colori, sia tra i migliori per assaporare Edimburgo in tutto il suo splendore. Ci avventuriamo nel centro città incamminandoci sulla “Royal Mile” e gli edifici antichi rigorosamente in pietra ci avvolgono della loro […]
Zonaeuro - 15 ottobre 2014

Bruxelles: ‘Rifiutare il servizio sanitario a cittadini inattivi è contro le norme Ue’

Lo avevamo denunciato a Maggio dalle pagine di questo blog: ai cittadini europei che vivono in Italia ma risultano disoccupati e regolarmente iscritti al centro per l’impiego viene negata l’iscrizione al Sistema Sanitario Nazionale (e di conseguenza anche all’anagrafe) alle stesse condizioni dei cittadini italiani. Davanti all’indifferenza del legislatore (e della spocchia persino di chi rappresenta […]
Società - 12 ottobre 2014

Traghetti: Acheoraparte? Un sito per i pendolari del golfo di Napoli

“A che ora parte?” è per rispondere alla domanda che più si pongono pendolari e turisti che quotidianamente solcano uno dei golfi più trafficati al mondo (quello di Napoli) che è nato l’omonimo sito Acheoraparte.it Lo scopo, quello di fornire, in modo gratuito, un’informazione costantemente aggiornata sugli orari delle compagnie di navigazione (Caremar, Alilauro, Medmar, […]
Piacere quotidiano - 4 ottobre 2014

InterRail Grecia-Balcani: ultima tappa Slovenia

Lasciamo Dubrovnik per la nostra ultima tappa InterRail: la Slovenia In mancanza di un collegamento ferroviario prendiamo l’autobus che in 4 ore ci porta a Spalato. Avendo qualche ora a disposizione prima del treno successivo ne approfittiamo per esplorare rapidamente la città e scopriamo che anche qui (dopo Mostar e Dubrovnik) siamo in presenza di un […]
Piacere quotidiano - 30 settembre 2014

InterRail Grecia-Balcani: Dubrovnik

Lasciamo Mostar e la Bosnia alla volta di Dubrovnik con l’autobus (non esiste linea ferroviaria che consente il collegamento tra le due città) ed in circa tre ore e dopo altrettanti controlli di passaporti (dovuti al passaggio della frontiera con la Croazia, che avviene due volte a causa del piccolo sbocco sul mare bosniaco) siamo nell’estremo sud […]
Piacere quotidiano - 22 settembre 2014

InterRail Grecia-Balcani: in viaggio verso Mostar

Il nostro sesto giorno di viaggio InterRail comincia alla stazione di Zagabria per prendere il nostro quarto treno che sarà anche uno dei più lunghi in termini di tempo: dodici ore attraversando prima la Croazia e poi le campagne della Bosnia-Erzegovina per raggiungere Sarajevo e infine Mostar, la nostra destinazione. Anche su questo, come sul Salonicco-Belgrado , ritroviamo i […]
Piacere quotidiano - 19 settembre 2014

InterRail Grecia-Balcani: alla scoperta di Zagabria – II

Segue da “InterRail Grecia-Balcani: alla scoperta di Zagabria – I“ Dopo una sosta pranzo che permette di avere le energie sufficienti per proseguire la “scalata” sulla Città Alta arriviamo su via Radicevacon la statua Di San Giorgio a cavallo (dopo aver ammazzato il drago). La “Porta di pietra” (kamenita vrata) è quella che segna l’ingresso nella Città […]
Piacere quotidiano - 18 settembre 2014

InterRail Grecia-Balcani: alla scoperta di Zagabria – I

Dopo Belgrado il nostro viaggio “on the rail” prosegue alla volta della Croazia e la sua capitale Zagabria . Inseriamo i dettagli del treno sul nostro pass/diario di viaggio InterRail e saliamo a bordo del Belgrado-Zagabria delle 11.00 con il quale raggiungiamo la nostra destinazione a metà pomeriggio. All’arrivo, invece di un “quartiere di stazione” la città ci accoglie […]
Piacere quotidiano - 15 settembre 2014

InterRail Grecia-Balcani: alla scoperta di Belgrado

Proseguiamo la nostra visita della città (segue dall’articolo precedente) con una visita alla splendida Cattedrale ortodossa del 1800 in onore a San Michele Arcangelo (nella quale è consigliato – anche d’estate – entrare con pantaloni lunghi o, come nel mio caso, la ragazza all’ingresso vi correrà dietro per farvi coprire prestandovi un simpatico grembiule), passiamo a fianco […]
Piacere quotidiano - 13 settembre 2014

InterRail Grecia-Balcani: da Salonicco a Belgrado – I

Dopo Atene, la nostra seconda tappa InterRail  è Salonicco. Essendo arrivati verso mezzanotte e avendo il treno per Belgrado, la nostra terza tappa, poco prima delle 16 ci alziamo non troppo tardi per vedere qualche angolo di Salonicco. Passeggiamo verso il mare fino a raggiungere quello che è considerato da tutti come il principale simbolo […]
Sessualità: ‘Famolo a tre’ e altre fantasie erotiche italiane
Cantine aperte 2014, i vini dolci da abbinare alla pasticceria regionale

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×