/ di

Pierfranco Pellizzetti Pierfranco Pellizzetti

Pierfranco Pellizzetti

Saggista

Sono nato nel lontano 1947 in quel di Genova; dove ho fatto ritorno dopo un lungo peregrinare; alla ricerca di radici che, con il passare degli anni, sono diventate sempre più importanti. Scoprendomi d’un tratto d’accordo con Simone Weil: «il problema delle radici è che non te le puoi portare appresso». Borghese senza classe di appartenenza, liberale senza partito di riferimento, disperdo da sempre carte variegate su riviste e fogli della clandestinità. Ogni tanto le raccolgo in libretti che qualche amico legge e – magari – riesce pure a trovare di un qualche interesse (“Politica e Organizzazione”, “La politica dopo la politica”, “Italia disorganizzata”, “La Quarta via”, “Fenomenologia di Berlusconi”, “Liberista sarà lei!”, “Fenomenologia di Antonio Di Piero”, “Fenomenologia di M. Monti” e, buon ultimo, “Conflitto”). Da qualche tempo sono uscito dal cono d’ombra scrivendo su testate “ufficiali”: Il Fatto Quotidiano, MicroMega, Critica Liberale… Ho vagabondato tra consulenza e insegnamento (fino al 2012 insegnavo Politiche Globali nella Facoltà di Scienza della Formazione di Genova), sempre cercando di “vendere” le tecnologie relazionali e strategiche apprese dalla politica. Prima nella sinistra del PLI malagodiano, poi nel PRI e – in seguito ancora – nelle rappresentanze di categoria (ho fatto pure il piccolo imprenditore). Esperienze che presto mi hanno fatto maturare un giudizio critico, ormai moneta corrente: la politica quale l’abbiamo conosciuta è in profonda crisi. Eppure, senza di essa, siamo tutti spaventosamente disarmati. Da qui l’impegno nel dare un modesto contributo alla sua rifondazione.

Blog di Pierfranco Pellizzetti

Politica - 18 Gennaio 2019

Silvio Berlusconi torna in campo, inizia l’operazione nostalgia

Dopo le compiante dipartite 2018 dello chansonnier Charles Aznavour, della soprano spagnolo Montserrat Caballé e del macho di Hollywood Burt Reynolds, ci conforta la notizia del ritorno sulle scene di un altro showman: Silvio Berlusconi, che ha testé annunciato dalla Sardegna la propria intenzione di candidarsi al Parlamento europeo. Così un grande artista dell’intrattenimento ritrova […]
Politica - 29 Dicembre 2018

Manovra, il 2019 non promette nulla di buono per il governo. Salvini l’ha capito, Di Maio no

Nell’interminabile travaglio, doloroso e grottesco, che ha accompagnato il parto della legge finanziaria 2019, tra tutti i contendenti il solo punto a favore è quello che può marcarsi il governo giallo-verde per aver tenuta botta – unico caso a memoria d’uomo – a fronte della Commissione europea: il merito del rifiuto di assumere la postura […]
Zonaeuro - 23 Dicembre 2018

Manovra, nel match Roma-Bruxelles i tifosi impazzano. Ma nessuno si dimostra all’altezza

Mentre l’approvazione della manovra finanziaria 2019 del governo ha vagolato in un andirivieni di annunci e rimandi che avrebbe fiaccato persino il console Quinto Fabio Massimo detto “il temporeggiatore” – spia del palese disaccordo tra gialli e verdi riguardo alle reciproche concessioni su pezzi significativi (irrinunciabili?) dei rispettivi programmi, forse segnale di avvicinamento del punto di rottura […]
Politica - 10 Dicembre 2018

Populismo, ecco cinque accezioni per capirlo meglio. E per smettere di accusare il governo

La neolingua del dominio, con i suoi deliberati effetti babelici, continua nell’opera di manipolare i significati delle parole in uso nel dibattito pubblico per ricavarne preziose posizioni di vantaggio. La vecchia tecnica riportata a nuovo (e amplificata oltre l’immaginabile dalle inusitate potenzialità delle tecnologie Ict) di mettere in un angolo l’avversario mediante “bollature” infamanti. Ultimo […]
Zonaeuro - 27 Novembre 2018

Manovra, non è più tempo per l’eurofobia. Siamo diventati degli Tsipras qualunque?

Tempo di compianti. Alla luce delle ultime vicende (e delle relative, frettolose, marce indietro attualmente in corso sulla manovra finanziaria), comprensione benevola per quelli che se l’erano bevuta, ritenendo che i presunti ragazzi meraviglia del governo giallo-verde (tendente all’antracite) fossero dei formidabili uomini di Stato. E non dei pokeristi da campagna elettorale (tendenti all’incoscienza), come […]
Politica - 14 Novembre 2018

Rocco Casalino, quando l’abito fa il monaco. Sette punti per il prototipo di una nuova Italia

Credo interessi poco se Rocco Casalino, il Rupert Everett delle Murge, nella sua sprezzante tirata anti vecchi e down stesse praticando un gioco di ruolo o un imbarazzante coming-out sui personali disgusti tipici di un arrampicatore sociale. Il fatto è che in altri tempi, forse un po’ ipocriti ma certo più educati, certi giudizi non […]
Zonaeuro - 6 Novembre 2018

Elezioni europee, maggio 2019: né con Salvini né con Calenda. Ma poi cosa resta?

Provando a fare un ragionamento nello spazio stretto del post. L’aspetto che problematizza in misura angosciante l’odierno quadro europeo, in previsione delle imminenti consultazioni elettorali nel maggio 2019, è l’evidente mancanza di opzioni terze rispetto alle attuali in campo; del tutto inaccettabili per un democratico alla ricerca di AltraPolitica: l’inseguimento demagogico di qualsivoglia spurgo reazionario […]
Politica - 29 Ottobre 2018

Dal 4 dicembre 2016 un susseguirsi di gag, bulli e stecche

«Popolo di poet, di cantant, di canzonettist, di cantautori. Popolo di Canzonissima, cantat». Qualche ultra settantenne come il sottoscritto ricorda ancora la formidabile sigla della Canzonissima 1962 di Dario Fo e Franca Rame, ironica ricostruzione di un comizio socialista di fine Ottocento? Quello spettacolo di rara intelligenza satirica che venne bloccato dopo poche puntate dal […]
Politica - 23 Ottobre 2018

M5s-Lega, come sarebbe la storia delle manine se fossimo in un film fantasy

Quando il duca Leto Di Maio atterrò con tutta la corte degli Atreides sulle Dune romane, sistemandosi nel palazzo Kigi sede ufficiale del Potere, era stato preventivamente avvertito che i precedenti inquilini – allontanandosene frettolosamente – avevano disseminato la reggia di innumerevoli trappole mortali. Ma di questo il novello conquistatore non mostrava darsi la benché minima […]
Politica - 29 Settembre 2018

Def: Di Maio gioca a fare Roosevelt, Salvini agita un drappo rosso davanti agli eurocrati

Si racconta di uno scambio di battute tra il Cavaliere Benito Mussolini e il vecchio ministro liberale Giovanni Giolitti agli albori del regime fascista: «appena arrivati e già i tuoi si abboffano alla grande», irrideva lo statista di Mondovì. «Ma anche quelli di prima lo facevano spudoratamente ». «Sì. Ma almeno sapevano usare le posate». […]
Dl sicurezza, magistrati Area Dg contro la norma di Salvini: “Un lungo tweet”. Spataro: “Terroristi sui barconi? Balle”
Legittima difesa, Salvini: “Entro il mese di febbraio il parlamento approverà la legge”. Poi i bacioni ai detrattori

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×