";

/ di

Pierfranco Pellizzetti Pierfranco Pellizzetti

Pierfranco Pellizzetti

Saggista

Sono nato nel lontano 1947 in quel di Genova; dove ho fatto ritorno dopo un lungo peregrinare; alla ricerca di radici che, con il passare degli anni, sono diventate sempre più importanti. Scoprendomi d’un tratto d’accordo con Simone Weil: «il problema delle radici è che non te le puoi portare appresso». Borghese senza classe di appartenenza, liberale senza partito di riferimento, disperdo da sempre carte variegate su riviste e fogli della clandestinità. Ogni tanto le raccolgo in libretti che qualche amico legge e – magari – riesce pure a trovare di un qualche interesse (“Politica e Organizzazione”, “La politica dopo la politica”, “Italia disorganizzata”, “La Quarta via”, “Fenomenologia di Berlusconi”, “Liberista sarà lei!”, “Fenomenologia di Antonio Di Piero”, “Fenomenologia di M. Monti” e, buon ultimo, “Conflitto”). Da qualche tempo sono uscito dal cono d’ombra scrivendo su testate “ufficiali”: Il Fatto Quotidiano, MicroMega, Critica Liberale… Ho vagabondato tra consulenza e insegnamento (fino al 2012 insegnavo Politiche Globali nella Facoltà di Scienza della Formazione di Genova), sempre cercando di “vendere” le tecnologie relazionali e strategiche apprese dalla politica. Prima nella sinistra del PLI malagodiano, poi nel PRI e – in seguito ancora – nelle rappresentanze di categoria (ho fatto pure il piccolo imprenditore). Esperienze che presto mi hanno fatto maturare un giudizio critico, ormai moneta corrente: la politica quale l’abbiamo conosciuta è in profonda crisi. Eppure, senza di essa, siamo tutti spaventosamente disarmati. Da qui l’impegno nel dare un modesto contributo alla sua rifondazione.

Blog di Pierfranco Pellizzetti

Politica - 20 aprile 2018

L’ingenuo Di Maio che crede che Salvini sia meno impresentabile di B.

Nella commedia dell’assurdo che stiamo vivendo dopo il 4 marzo, una nota a parte merita il processo di beatificazione promosso dal capo politico dei Cinquestelle nei confronti del bullo padano Matteo Salvini, inseguito e blandito come l’interlocutore per partnership governative in assoluto più sintonico e affidabile. Insomma, siamo davanti a una scelta politica altamente acrobatica, […]
Media & Regime - 15 aprile 2018

B. chiama a raccolta la sua ciurma e pensa al ‘metodo Montecarlo’ per Salvini

Ormai siamo talmente abituati all’indecenza da non farci più caso. Lo dico prendendo spunto da un fatto recentissimo che – a quanto pare – non ha suscitato particolari moti di indignazione e relative levate di scudi: l’evidente irritazione di Silvio Berlusconi verso un Matteo Salvini che gioca sempre più in proprio (sgomitando per conquistare la […]
Politica - 13 aprile 2018

Consultazioni, una partita di poker con le carte truccate

Quali conclusioni – seppure provvisorie – si possono trarre alla chiusura del cerimoniale che prevede gli incontri tra le forze politiche emerse dal voto del 4 marzo e il presidente Mattarella? Il rito secondo cui ci si informa di cose largamente già note a tutti i partecipanti, protagonisti e comprimari. In questa partita di poker […]
Politica - 7 aprile 2018

Di Maio, Renzi e Salvini: è questo il risultato del ‘largo ai giovani’?

Come volevasi dimostrare. Incartato nelle sue categorie pre-politiche tendenti al puerile, per prima l’antitesi nuovo/vecchio, il povero Luigi Di Maio fa la figura del bambino piagnucoloso: “O mi fate giocare da premier o lo dico a mamma Mattarella!” Cui danno corda i “compagnucci a disco rotto” Danilo Toninelli e Davide Casaleggio, ripetendo all’infinito la tesi […]
Politica - 4 aprile 2018

Governo Di Maio-Salvini, Roma val bene una messa?

Prima aveva cominciato Luigi Di Maio baciando con aria compunta l’urna del sangue di San Gennaro, poi si era messo in scia Matteo Salvini con i suoi giuramenti sulle sacre scritture, infine aveva concesso il bis il leader pentastellato con un’ostentata presenza alla messa di Pasqua nella chiesa di Pomigliano d’Arco. Ennesimo segnale di un […]
Politica - 27 marzo 2018

Salvini-Di Maio, il bipartitismo perfetto

La settimana scorsa, ragionando a Radio Anch’io con Antonio Padellaro e Ilario Lombardo de La Stampa, provavo ad andare oltre le immagini riprodotte da quelli che mi sembrano gli specchi deformanti del dopo 4 marzo. Partendo dall’ipotesi che, in una politica ridotta a tattica di potere, niente corrisponde a quanto viene dichiarato; se non è funzionale […]
Società - 19 marzo 2018

Ratzinger difende Papa Francesco. Ma rivela di essere il Matteo Orfini del Vaticano

La pubblicazione completa della missiva, vergata il 12 marzo scorso dal Papa emerito Benedetto XVI riguardo alla figura intellettuale di Papa Bergoglio, si rivela ormai compiutamente per quello che voleva essere: un abbraccio mortale di rara perfidia, con cui il piccoletto malignazzo Joseph Ratzinger, il Matteo Orfini vaticano, finge di smentire le maldicenze che circolano […]
Politica - 12 marzo 2018

Non si rifonda il Pd se si ignora la mutazione genetica dei leader

Nei titoli dei giornali, con cui pratico quotidianamente la mia personale messa laica del mattino, leggo da una settimana l’identica giaculatoria ricorrente: il Pd (o – a scelta – la Sinistra) deve rifondarsi. Il tutto argomentato come necessità di aggiornare linee programmatiche e/o pratiche. Taluno si spinge ad affrontare (gramscianamente) il nodo del radicamento sociale. […]
Elezioni Politiche 2018 - 5 marzo 2018

Piccole soddisfazioni di un elettore di Potere al popolo

Dall’alto dell’uno virgola qualcosa, conseguito anche grazie al mio voto per Potere al Popolo, contemplare i risultati elettorali del 4 marzo procura qualche piccola soddisfazione. Ad esempio il pensionamento dal ruolo di opinionista pasdaran renziano per il Roberto Benigni (già Edmondo De Amicis) della carta stampata Michele Serra; dopo che ha sparato l’ultima raffica di […]
Elezioni Politiche 2018 - 23 febbraio 2018

Elezioni 2018, la maledizione della Terza Via colpisce ancora

Un commando composto da fedelissimi di Matteo Renzi, capo supremo della resistenza alle orde populiste, si era impadronito di una “tempomobile” parcheggiata nella sede lumbard di via Bellerio: l’automezzo in grado di retrodatare la politica fino al tempo di Gengis Khan, che si era rivelato utilissimo alla Lega di Matteo Salvini per redigere il proprio […]
Perché è meglio per l’Italia tornare alle elezioni che non andare a un governo M5S-Pd
Governo, diretta – Berlusconi: “Centrodestra parli col Pd”. Salvini: “Si mette fuori? Io avanti con Di Maio”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×