“Gli hanno dedicato un aereo, lui ne ha approfittato ed è andato in Argentina per uccidere animali”. E per questo va punito. È questo il senso dell’azione animalista all’aeroporto Valerio Catullo di Verona: nella fattispecie si tratta di manifesti in alcune zone strategiche dello scalo contro Ita Airways, con alcune immagini di Roberto Baggio impegnato nella caccia di anatre. Il blitz è avvenuto nottetempo ed è stato rivendicato dal movimento Centopercentoanimalisti. “La compagnia aerea Ita Airways – hanno spiegato i militanti – nei giorni scorsi ha intitolato a Roberto Baggio il primo volo Roma-Buones Aires. L’ex giocatore ha preso l’occasione per recarsi in Argentina, dove possiede una ampia riserva di caccia, per ammazzare animali indifesi a piacimento. Facile intuire come si sarà ‘divertito'”. Nel mirino di Centopercentoanimalisti dunque la passione venatoria del Codino, peraltro ricordata ieri l’ultima volta nei giorni scorsi nel corso di un’intervista. “Un individuo che uccide animali per diletto. La cosa più sorprendente del personaggio? Si dichiara Buddista, incredibile, ma vero” hanno dichiarato gli animalisti. “Lo sport non cancella l’odore” hanno concluso i militanti di Centopercentoanimalisti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parla il padre di Gnonto: “Mio figlio tifa Inter, il suo sogno è tornare a giocare con i nerazzurri”

next
Articolo Successivo

Alessio Zerbin, chi è l’altro talento lanciato da Mancini: dalla Serie B alla nazionale in 5 anni, ora la chance con il Napoli

next