Il sindaco che nomina assessora la propria fidanzata. Succede a San Giuliano Milanese, paesone di 40mila abitanti a sud della metropoli lombarda, dove Marco Segala – appena confermato primo cittadino col 75% dei voti – lunedì sera ha annunciato la nomina in giunta di Nicole Marnini, 26enne leghista eletta in consiglio comunale, con cui ha una relazione dal 2018. Per la verità si tratta anche qui di una conferma, visto che Marnini era assessora uscente a Cultura, Turismo e Giovani nella prima giunta di Segala fin dal 2016. Ma rispetto allo scorso mandato, a far discutere sulla scelta del sindaco c’è il fatto che i due facciano coppia fissa da ormai tre anni. “Un chiaro conflitto d’interesse“, tuonano i sei consiglieri di minoranza. Critiche che la nuova/vecchia assessora non vuol nemmeno ascoltare: “Alle ultime elezioni ho preso il triplo dei voti, 300 preferenze. Significa che per i sangiulianesi ho lavorato bene”, dice al Corriere della Sera.

Segala conferma che la relazione “non è un segreto per nessuno”, ma – precisa “è la nostra vita privata, che rimane fuori dalla giunta di San Giuliano. Nicole è un ottimo amministratore e merita la riconferma. E da sola ha preso gli stessi voti dei cinque consiglieri del centrosinistra. Io e lei – precisa – ci frequentiamo, non siamo parenti, congiunti e nemmeno conviventi“. “Una furbata per aggirare una norma che vieta le nomine di parenti fino al quarto grado“, ribattono dall’opposizione in una nota. “Aver preso un grande numero di preferenze non obbliga il sindaco a nominare la sua fidanzata, la quale sarebbe potuta restare in consiglio comunale come deciso dai cittadini di San Giuliano”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Successivo

Forza Nuova, Fiano (Pd) alla Camera: “Nel fascismo venivano attaccate le sedi dei sindacati, non si finga di non ricordare. Va sciolta”

next