La variante Delta non fa paura solo in Gran Bretagna e in Russia, dove i contagi hanno già raggiunto numeri da nuova ondata. Anche in Catalogna, in Spagna, tornano le restrizioni contro il Covid a causa della rapida risalita dei contagi.

Così, a tirare giù le serrande saranno nuovamente discoteche e altri locali notturni che rimarranno chiusi nel fine settimana, mentre per partecipare a qualsiasi evento pubblico all’aperto che coinvolga più di 500 persone sarà necessario presentare un certificato vaccinale. “La pandemia non è finita e abbiamo ancora segmenti significativi della popolazione che non hanno ricevuto il vaccino”, soprattutto fra i giovani, ha detto Patricia Plaja, portavoce della Generalitat catalana.

L’aumento dei contagi nel Paese aveva già attirato l’attenzione anche degli altri Stati europei, tanto che due giorni fa la Francia ha chiesto ai propri cittadini di non recarsi in vacanza in Spagna e Portogallo per la recrudescenza della pandemia: “Quelli che non hanno ancora prenotato le vacanze – ha dichiarato ai microfoni di France2 il segretario di Stato francese, Clément Beaune – evitino il Portogallo e la Spagna tra le loro destinazioni. Meglio restare in Francia o andare in altri Paesi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Variante Delta, nuovo record di morti in Russia: sono 752. In Olanda oltre 10mila contagi: cifra più alta da Natale

next