Chi parla dell’uscita della pandemia e “farnetica di scorciatoie o di facili soluzioni sta pensando ai sondaggi e non al bene del Paese”. E’ un passaggio del post dell’ex presidente del Consiglio e leader in pectore del M5s Giuseppe Conte. Chiaro il riferimento in particolare alla destra del centrodestra e anche all’ala destra della maggioranza di governo, cioè la Lega, che con il suo segretario Matteo Salvini da settimane chiede aperture più ampie, spostamento del coprifuoco, meno restrizioni per certe categorie. “Questa pandemia non si può combattere con la pancia – scrive Conte – Dobbiamo usare la testa e i numeri, perché la politica deve poter contare sul supporto della scienza senza esimersi dalla responsabilità di operare le scelte nell’interesse comune”. Quindi “chi lavora senza proclami su traiettorie percorribili non è un ‘rigorista’: semplicemente tiene davvero all’Italia e vuole più di tutti un rapido ritorno alle nostre sacrosante libertà”.

L’identikit di Salvini e Meloni è presto fatto. “Allestire improvvisate raccolte firme o soffiare sul fuoco del disagio del Paese non serve: lo testimonia, d’altronde, anche la repentina retromarcia di chi fino a ieri urlava contro le scelte più logiche e ragionate. La rabbia e la frustrazione di operatori economici e cittadini meritano rispetto, vanno ascoltate e tenute in considerazione. Non vanno strumentalizzate“. Una presa di posizione che ricorda in qualche modo quando il capo del governo, nel pieno della pandemia, accusò i leader di Lega e Fratelli d’Italia dicendo che era costretto a fare “i nomi e i cognomi”. “Non esiste altro criterio per affrontare la pandemia se non quello della gradualità, della ragionevolezza – prosegue l’ex premier – Per riaprire e non tornare più indietro è necessario procedere con adeguata proporzionalità in ogni decisione. È una convinzione che con il Movimento 5 Stelle abbiamo condiviso da subito e che oggi ribadiamo con convinzione, dopo che i fatti stanno premiando la determinazione della nostra linea”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Speranza: “Prima dose a un terzo degli italiani. Ora investire su patologie non Covid, in decreto sostegni chiesti 500 milioni per recupero visite”

next
Articolo Successivo

Draghi: “Allentamento misure? Grazie a vaccini e rispetto delle regole, il Covid ci ha dato lezioni tremende”

next