Continua a scendere il numero di contagi da coronavirus registrati ogni giorno in Italia. Secondo l’ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute, sono 3.455 le persone risultate positive al Covid nelle ultime 24 ore, in calo rispetto alle 5.753 di ieri. Questo, però, a fronte di un netto calo dei tamponi effettuati, come di consueto nel weekend: sono 118.924 i test dell’ultima giornata, contro gli oltre 202mila di ieri. Così, il tasso di positività cresce leggermente, passando dal 2,8% di ieri al 2,9% di oggi. In aumento anche il numero delle vittime che, dopo essere scese sotto la soglia delle 100 giornaliere ieri, con 93 decessi, oggi sono tornate a essere 140.

Sono 9.305 le persone guarite o dimesse dagli ospedali italiani, numero che fa calare anche quello relativo a coloro che sono attualmente positivi. Sono 5.991 in meno le persone malate nel nostro Paese, con il totale che scende così a 322.891. Numeri, questi, che contribuiscono al calo dei ricoverati nei reparti Covid italiani. Scendono di 25 unità i posti letto occupati in terapia intensiva in tutto il Paese, con il totale che si attesta così a 1.754, mentre negli altri reparti il calo è di 110 posti occupati, con il totale che scende così a 12.024. Infine, in isolamento domiciliare si trovano al momento 309.113 persone, 5.856 in meno rispetto a ieri.

Analizzando i dati in valori assoluti regione per regione, si nota che la Lombardia è quella più colpita nell’ultima giornata con 675 contagi registrati. Seguono la Campania con 550, il Lazio con 388, la Toscana con 382 e l’Emilia-Romagna con 342.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Automobilista segue le indicazioni del navigatore ma finisce nel sottopassaggio pedonale tra Mestre e Marghera: il video

next
Articolo Successivo

Vaccini, i sistemi di prenotazioni regionali ancora non comunicano fra loro: ecco perché ad oggi è impossibile fare i richiami in vacanza

next