La Germania governata dai Verdi ora è una possibilità concreta. Il sondaggio realizzato dall’istituto Forsa per Rtl/ntv conferma che il partito della candidata cancelliera Annalena Baerbock con il 28% è la prima forza tedesca: il sorpasso sull’Unione dei conservatori (Cdu/Csu) è ormai un fatto. Il partito di Angela Merkel, che ha appena scelto come candidato Armin Laschet, è fermo al 22%. Secondo le proiezioni, se si votasse oggi, i Verdi avrebbero 212 seggi al Bundestag, i conservatori appena 170. E le elezioni federali non sono più così lontane: la Germania andrà al voto il prossimo 26 settembre.

Il partito ambientalista è in crescita nei sondaggi ormai da due anni, ma il sorpasso sull’Unione cristiano-democratica pareva impossibile fino a pochi mesi fa. Invece dopo la scelta dei candidati a succedere alla cancelliera Merkel le preferenze dei tedeschi si sono capovolte. Da una parte la giovane Baerbock, senza esperienza di governo ma carica di novità. Dall’altra l’esperto Laschet, governatore del Nord-Reno Vestfalia, che però proprio durante la pandemia è stato spesso al centro delle critiche per scelte non sempre in linea con la politica del rigore chiesta da Merkel.

I Verdi tedeschi sono ormai un partito maturo, non più concentrato solamente sulle battaglie ecologiste. La stessa Baerbock viene percepita come una candidata credibile per governare la Germania: sempre secondo Forsa, se i tedeschi potessero scegliere da soli il loro cancelliere, il 32% voterebbe per Annalena e solo il 15% per Laschet. Il leader della Cdu è abituato nella sua lunga carriera a dover rincorrere e smentire le previsioni. Ma la caduta nei sondaggi prosegue da tempo e ora invertire la rotta appare complicato.

Il sondaggio di Forsa è clamoroso anche per un altro motivo: con questi consensi, i conservatori potrebbe perfino finire fuori dal governo. La Spd mantiene il terzo posto con il 13%, i liberali di Fdp sono al 12%, l’AfD all’11% e poi c’è Die Linke con il 7 per cento. Significa che i Verdi potrebbe anche scegliere una coalizione semaforo con i socialdemocratici e i liberali, ma anche un’alleanza tutta spostata a sinistra con Spd e Die Linke. Ipotesi che fanno tremare la Cdu e anche il partito gemello bavarese: secondo un sondaggio di Insa per la Bild, la Csu rischia anche di perdere la sua egemonia in Baviera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Arrestati in Francia 7 ex terroristi rossi degli Anni di Piombo. Draghi: “Soddisfazione, la memoria di questi atti barbarici è ancora viva”

next
Articolo Successivo

Negli Stati Uniti chi è vaccinato non dovrà più indossare la mascherina all’aperto, Biden: “Ma se si è tra la folla va messa”

next