Nelle ultime 24 ore sono stati 13.708 i nuovi casi di infezione da Sars-Cov-2 rintracciati in Italia a fronte di 339.939 tamponi processati, compresi 170.767 test antigenici rapidi. L’incidenza, quindi, cala al 4%. Ma come avvenuto anche nelle precedenti ondate, dopo le settimane in cui la curva sale, seguita da quelle durante le quali si riempiono i reparti, adesso è il momento dell’incremento dei decessi: in un giorno sono state 627 le vittime del Covid. La pressione sugli ospedali fa invece segnare un minimo di arresto, con 21 ricoverati con sintomi in meno rispetto a martedì e 60 posti in terapia intensiva liberi in più. Scostamenti minimi, se paragonati al numero totale delle persone che necessitano di assistenza nei reparti a causa del virus, ma comunque il segnale di un sostanziale arresto della progressione.

Dall’inizio della pandemia sono 3.700.393 i casi accertati di Sars-Cov-2 in Italia. In 3.040.182 sono guariti o sono stati dimessi (+20.927), mentre 112.374 sono deceduti. Gli attualmente positivi sono 547.837: in 514.838 si trovano in isolamento domiciliare, 29.316 sono ricoverati con sintomi in area medica e 3.683 vengono assistiti in terapia intensiva, dopo nelle 24 ore si sono registrati 276 ingressi con la Puglia (51), il Veneto (47) e la Lombardia (46) che fanno registrare oltre la metà dei nuovi pazienti in condizioni critiche.

Tralasciando la striscia lunedì-mercoledì, falsata dai giorni festivi nei quali i tamponi sono stati molto pochi, guardando al dato di 7 giorni fa si nota un generale miglioramento: i nuovi casi sono infatti passati da 22.673 a 13.708 con un numero di tamponi paragonabile (351.221 contro 339.939). La regione continua a comunicare l’incremento maggiore è la Lombardia, con 2.569 nuovi positivi. Seguono il Piemonte (1.464), la Campania (1.358), la Puglia (1.255), il Veneto (1.111) e il Lazio (1.081). Quasi mille contagi anche in Sicilia (998) e in Toscana (937), mentre tutte le altre aree segnalano meno dei 576 positivi accertati in Emilia-Romagna. Il Molise ne segnala appena 4.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Molise, migliaia di coccinelle invadono il monte: “È il risveglio rosso”. Le immagini spettacolari

next
Articolo Successivo

Parco Nazionale d’Abruzzo, il colpo di coda dell’inverno imbianca il borgo di Barrea: le suggestive immagini delle forti nevicate

next