Sono 13.308 i nuovi contagi da coronavirus accertati nelle ultime 24 ore nel nostro Paese, a fronte di 166mila tamponi. Un rapporto, quello tra i casi e i test effettuati, che migliora sensibilmente rispetto ai giorni scorsi, scendendo all’8,01%. Restano ancora altissimi, invece, i morti: sono 628 le persone decedute oggi a causa del Covid-19, di cui 150 solo in Veneto. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, sono oltre 200 i posti letto che si sono liberati al netto dei nuovi ingressi e delle uscite. -197 i pazienti ricoverati in area medica e -44 quelli in terapia intensiva (quest’ultimo dato non comprende la Campania, perché la Regione ha fatto sapere “di non poter comunicare al momento i dati giornalieri” sull’ingresso in intensiva). Il totale dei malati che necessitano di cure ospedaliere in reparto scende quindi a 24.948, mentre sono ancora 2.687 i cittadini in Rianimazione.

Tra le Regioni i dati peggiori arrivano ancora una volta dal Veneto, dove sono stati accertati 3.082 casi in un giorno a fronte di 16.322 tamponi (praticamente 1 positivo su 5). La Lombardia torna a più di 2mila contagi quotidiani (+2.278) con 31mila test, seguita da Lazio (+1.288) ed Emilia Romagna (+1.162). In Sicilia e Puglia sono state registrate oltre 800 persone positive, 791 in Campania e oltre 500 in Piemonte e Friuli. Tutte le altre Regioni sono ancora sopra i 100 casi, tranne Abruzzo (+86), Basilicata (+70), Valle D’Aosta (+33) e Molise (+11).

Rispetto alle scorse settimane, la curva dei contagi continua a calare anche se a ritmi molto meno sostenuti. Tra ieri e oggi sono stati accertati 24.190 casi, mentre negli stessi giorni di una settimana fa erano 26.874. Pochi di più tra il 7 e l’8 dicembre, quando avevano raggiunto quota 28.562. A inizio dicembre, invece, erano molti di più: 35.727, a testimonianza di come la discesa della curva stia rallentando. È anche per questo che il governo ha deciso di varare regole più stringenti per le vacanze di Natale rispetto a quanto inizialmente previsto, con l’obiettivo di tenere a bada i casi per non impattare sul rientro a scuola e sull’inizio della campagna di vaccinazione.

Dall’inizio della pandemia a oggi sono 1.977.370 le persone risultate positive al Sars-Cov2 nel nostro Paese, 69.842 quelle decedute. 1.301.573 cittadini, invece, sono guariti o sono stati dimessi dagli ospedali. Le persone attualmente positive su tutto il territorio nazionale sono 605.955, di cui 100mila in Veneto e 80mila in Campania, mentre in Lombardia ammontano a 61mila. La maggior parte (578.320) sono in isolamento domiciliare, ma sono oltre 30mila i pazienti ricoverati in ospedale, tra reparti Covid e terapie intensive.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, al San Raffaele l’abbraccio è attraverso una tenda trasparente: così i piccoli pazienti possono toccare di nuovo genitori e nonni

next
Articolo Successivo

Al cimitero Flaminio di Roma non ci sono più posti per la cremazione: “Picco di morti, non possiamo accettarne più di 200 alla settimana”

next