Sono 13.308 i nuovi contagi da coronavirus accertati nelle ultime 24 ore nel nostro Paese, a fronte di 166mila tamponi. Un rapporto, quello tra i casi e i test effettuati, che migliora sensibilmente rispetto ai giorni scorsi, scendendo all’8,01%. Restano ancora altissimi, invece, i morti: sono 628 le persone decedute oggi a causa del Covid-19, di cui 150 solo in Veneto. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, sono oltre 200 i posti letto che si sono liberati al netto dei nuovi ingressi e delle uscite. -197 i pazienti ricoverati in area medica e -44 quelli in terapia intensiva (quest’ultimo dato non comprende la Campania, perché la Regione ha fatto sapere “di non poter comunicare al momento i dati giornalieri” sull’ingresso in intensiva). Il totale dei malati che necessitano di cure ospedaliere in reparto scende quindi a 24.948, mentre sono ancora 2.687 i cittadini in Rianimazione.

Tra le Regioni i dati peggiori arrivano ancora una volta dal Veneto, dove sono stati accertati 3.082 casi in un giorno a fronte di 16.322 tamponi (praticamente 1 positivo su 5). La Lombardia torna a più di 2mila contagi quotidiani (+2.278) con 31mila test, seguita da Lazio (+1.288) ed Emilia Romagna (+1.162). In Sicilia e Puglia sono state registrate oltre 800 persone positive, 791 in Campania e oltre 500 in Piemonte e Friuli. Tutte le altre Regioni sono ancora sopra i 100 casi, tranne Abruzzo (+86), Basilicata (+70), Valle D’Aosta (+33) e Molise (+11).

Rispetto alle scorse settimane, la curva dei contagi continua a calare anche se a ritmi molto meno sostenuti. Tra ieri e oggi sono stati accertati 24.190 casi, mentre negli stessi giorni di una settimana fa erano 26.874. Pochi di più tra il 7 e l’8 dicembre, quando avevano raggiunto quota 28.562. A inizio dicembre, invece, erano molti di più: 35.727, a testimonianza di come la discesa della curva stia rallentando. È anche per questo che il governo ha deciso di varare regole più stringenti per le vacanze di Natale rispetto a quanto inizialmente previsto, con l’obiettivo di tenere a bada i casi per non impattare sul rientro a scuola e sull’inizio della campagna di vaccinazione.

Dall’inizio della pandemia a oggi sono 1.977.370 le persone risultate positive al Sars-Cov2 nel nostro Paese, 69.842 quelle decedute. 1.301.573 cittadini, invece, sono guariti o sono stati dimessi dagli ospedali. Le persone attualmente positive su tutto il territorio nazionale sono 605.955, di cui 100mila in Veneto e 80mila in Campania, mentre in Lombardia ammontano a 61mila. La maggior parte (578.320) sono in isolamento domiciliare, ma sono oltre 30mila i pazienti ricoverati in ospedale, tra reparti Covid e terapie intensive.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, al San Raffaele l’abbraccio è attraverso una tenda trasparente: così i piccoli pazienti possono toccare di nuovo genitori e nonni

next
Articolo Successivo

Al cimitero Flaminio di Roma non ci sono più posti per la cremazione: “Picco di morti, non possiamo accettarne più di 200 alla settimana”

next