La Germania registra 30.423 nuovi casi nelle ultime 24 ore: è il nuovo record di contagi giornalieri. Questa mattina il Robert Koch Institut aveva segnalato 26.923 positivi, ma poi ha corretto il numero perché, per motivi tecnici, circa 3.500 casi non erano stati comunicati dal Baden-Württemberg. Così al suo secondo giorno di lockdown duro la Germania scopre che la sua curva dei contagi è ancora in forte crescita: il precedente record era stato toccato venerdì scorso con 29.875 nuovi casi. Senza dimenticare che sempre giovedì sono stati accertati anche 689 morti, dopo il picco di 952 decessi in 24 ore toccato mercoledì.

La Germania è da ieri in lockdown duro, con scuole e negozi chiusi. Il Robert Koch Institut riporta che il numero dei casi per 100mila abitanti nell’arco della settimana resta ancora sopra quota 179, mentre la soglia che il governo di Angela Merkel e i Länder vogliono raggiungere è di 50 casi ogni 100mila abitanti. Già nei giorni scorsi Lothar Wieler, capo del Rki, aveva rimarcato che la situazione “è più grave di quanto sia stata finora” in quanto “il numero di casi è più alto che mai e continua a salire. C’è il pericolo che la situazione peggiori e che diventi sempre più difficile gestire la pandemia e le sue conseguenze”.

Se in primavera il tracciamento aveva permesso alla Germania di contenere meglio il contagio pur avendo le stesse restrizioni degli altri Paesi europei, durante la seconda ondata – con il contact tracing saltato – sarebbero servite misure dure. Il lockdown light cominciato il 2 novembre, con la chiusura dei ristoranti, ha portato inizialmente a un rallentamento della crescita dei casi giornalieri, ma da inizio dicembre i nuovi contagi hanno cominciato a risalire giorno dopo giorno. Il numero dei morti ha raggiunto livelli sconosciuti per la Germania e che Merkel ha definito “un prezzo inaccettabile“. Per questo il governo nel giro di una settimana ha optato per una soluzione drastica: sembrava una mossa prudente, era l’unica possibile visto il trend di questi giorni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Germania, “il deputato AfD ha il Covid ed è ricoverato”: per protesta si era presentato in Parlamento con una mascherina bucata

next
Articolo Successivo

Coronavirus, l’accusa del re di Svezia: “Nel nostro Paese molti morti, abbiamo fallito. Il popolo ha sofferto”

next