Da sabato la Gran Bretagna estenderà ulteriormente le zone rosse Tier 3 alle contee dell’est e del sud Inghilterra, con il 68% della popolazione, circa 38 milioni di persone, che si ritroveranno in un regime di semi-lockdown in tutto il Paese. Lo ha comunicato in audizione al Parlamento di Westminster il ministro della Sanità, Matt Hancock: “Siamo arrivati fino qui, non possiamo fallire ora”, ha spiegato. Così, bar e ristoranti rimarranno di nuovo sprangati, mentre i contatti sociali saranno ridotti al minimo nel Paese che oggi ha fatto registrare un nuovo picco di contagi giornalieri: 35mila.

La decisione del governo di Downing Street arriva mentre in Europa il numero di vittime supera il mezzo milione e aumentano le restrizioni nei vari Stati in vista delle festività natalizie, con la Germania che, dopo la stretta imposta da Angela Merkel fino a metà gennaio, ha fatto registrare oggi un nuovo record di contagi. Mentre la Francia si ritrova con il presidente Emmanuel Macron positivo al Covid, con Pedro Sanchez (Spagna), Antonio Costa (Portogallo) e il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, costretti in isolamento per averlo incontrato nei giorni scorsi. Anche la Polonia entrerà in un regime di lockdown nazionale dal 28 dicembre al 17 gennaio, come annunciato dal ministro della Salute, Adam Niedzielski, secondo quanto riporta il Guardian. Durante queste tre settimane chiuderanno hotel, piste da sci e centri commerciali.

Anche negli Stati Uniti si continuano a registrare numeri impressionanti di contagi, con 250mila nuovi casi e 3.700 morti nelle ultime 24 ore. Tanto che anche il vicepresidente di Trump, Mike Pence, ha annunciato che, insieme alla moglie, venerdì si sottoporrà pubblicamente alla somministrazione del vaccino.

Nuovo record di casi anche a Tokyo. Nella capitale del Giappone, riporta l’agenzia Kyodo, sono stati accertati per la prima volta più di 800 contagi (822), dopo i 678 di ieri. E le autorità locali, si legge, hanno alzato al massimo il livello di allerta per la pressione sul sistema sanitario: una decisione senza precedenti dall’inizio della pandemia.

Russia – In Russia nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 28.214 nuovi casi di Covid-19 e 587 decessi provocati dalla malattia: lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus, secondo cui in tutto in Russia sono stati accertati 2.762.668 contagi e 49.151 persone sono morte di Covid.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’accusa del re di Svezia: “Nel nostro Paese molti morti, abbiamo fallito. Il popolo ha sofferto”

next
Articolo Successivo

Navalny attacca Putin: “Mentirà sul tentato omicidio”. Il presidente: “Se avessero voluto avvelenarlo, avrebbero concluso il lavoro”

next