Curare a domicilio i positivi al Covid nella fase iniziale con idrossiclorochina, per evitare il sovraffolamento negli ospedali. È la richiesta delle Regioni ad Aifa e governo, sostenuta e illustrata dalla Lega in una conferenza stampa del segretario, Matteo Salvini, e del senatore Armando Siri. A supportarla li medici Pietro Garavelli, Luigi Cavanna e Andrea Fumagalli, che raccontano di pazienti curati con successo nella fase iniziale del virus con questa terapia, che invece si rivela inefficace e inutile se somministrata quando ormai si è reso necessario il ricovero. “Sostengano oggi l’approvazione dei protocolli sperimentali di cura domiciliare Covid 19″, dice Salvini rivolgendosi al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al ministro della Salute, Roberto Speranza. “Questo per me -aggiunge- è collaborazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Casellati e Fico al Quirinale per colloquio con Mattarella su dialogo tra maggioranza e opposizione durante l’emergenza

next