“Atteggiamento minaccioso nei confronti del direttore di gara”, Fabrizio Pasqua, durante l’intervallo di Juventus-Verona. Per questo motivo il dirigente bianconero Fabio Paratici è stato multato di 15mila euro. Ed è “recidivo“, sottolinea lo stesso giudice sportivo, Gerardo Mastrandrea, nel motivare la sanzione. La nuova ammenda riguarda la gara con l’Hellas Verona, caratterizzata da un gol annullato per parte, a Colley e a Morata, in entrambe le occasioni per fuorigioco millimetrico rilevato dal Var. Il giudice sportivo ha multato Paratici, più diffida, “in quanto non autorizzato, al termine del primo tempo, negli spogliatoi, assumeva un atteggiamento minaccioso nei confronti del Direttore di gara e gli rivolgeva una critica irrispettosa, recidivo”, si legge nella nota della Figc.

Una settimana fa Paratici invece aveva ricevuto un’ammenda di 10mila euro per aver rivolto “frasi irrispettose nei confronti degli Ufficiali di gara” mentre la partita con il Crotone era ancora in corso, “al 43esimo del secondo tempo”. In comune tra le due partite c’è soprattutto il risultato: la Juventus infatti ha pareggiato in entrambe le occasioni per 1 a 1. Contro il Crotone l’episodio chiave è stata l’espulsione di Federico Chiesa al 60esimo. Meno di mezz’ora dopo, nei momenti finali della partita, Paratici “stazionava in prossimità della panchina rivolgendo frasi irrispettose nei confronti degli Ufficiali di gara. Infrazione rilevata dal collaboratore della procura federale”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milan, Donnarumma e Hauge positivi al Covid: contagiati anche 3 membri del gruppo squadra

next
Articolo Successivo

Kitikaka – Festa grande in tv a Benevento: ha perso in casa col Napoli, ma basta “avergli messo paura” per scatenare il tappeto rosso

next