La protesta contro il dpcm arriva anche a Milano. Questo pomeriggio un corteo spontaneo ha attraversato le strade del centro bloccando il traffico per diversi minuti. Tutto è iniziato con un presidio di fronte alla Regione organizzato dai lavoratori delle sale slot ai quali si sono uniti alcuni ristoratori e diversi ragazzi e ragazze che hanno risposto a un appello anonimo circolato sul web. Dopo aver scandito slogan per chiedere “lavoro” e aver insultato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e Attilio Fontana, una cinquantina di persone si è mosso in corteo verso la stazione centrale bloccando la circolazione e invitando i tassisti a manifestare con loro. Qui la marcia è stata raggiunta dalla polizia in tenuta anti-sommossa e si è sciolta non prima di aver invitato i poliziotti a togliersi il casco: “Ci capite o no – si è rivolto un pizzaiolo agli agenti – il silenzio non porta da nessuna parte. Non ce la facciamo più”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Proteste in tutta Italia contro le chiusure anti-Covid. Devastazioni a Torino e Milano. A Napoli in migliaia davanti alla Regione

next