Crescono i casi di Covid-19 in Italia: 1786 positivi in più in 24 ore. Ieri erano stati rintracciati 1.640 casi, circa 140 in meno. Ma parallelamente cresce anche il numero di tamponi: oltre 108mila, a fronte dei 103.696 di ieri. Ventitré le vittime, tre in più di ieri. Il totale dei contagiati dall’inizio della pandemia, compresi decessi e guariti, sale così a 304.323.

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, sono 46.780 gli attualmente positivi, 666 in più di ieri. Il bollettino odierno conferma inoltre l’indicatore che più preoccupa le autorità sanitarie: la crescita costante dei ricoverati con sintomi – oggi sono 2.731, 127 in più rispetto a martedì – dei pazienti in terapia intensiva, 246 (+2) e di quelli in isolamento domiciliare che ora sono 43.803 (+591). Aumentano i dimessi e guariti: 1.097 nelle ultime 24 ore, per un totale di 221.762.

Nessuna Regione, oggi, registra zero nuovi positivi. L’aumento più netto è in Veneto, con 248 nuovi contagi. Nel Lazio sono stati registrati 230 casi di Covid, individuati grazie a circa 10mila tamponi: secondo l’assessore Alessio D’Amato “il valore Rt è a pari 0.85”. Segue, praticamente con la stessa cifra di positivi, la Lombardia (229). In Campania 195 nuovi casi, in Emilia Romagna 99. In Sardegna, dove è morto un operatore sanitario di 33 anni, si registrano 66 casi in più.

Si rafforzano le ordinanze per cercare di contenere i contagi: a Genova obbligo di indossare la mascherina nel centro storico, anche all’aperto, giorno e notte. Stesso provvedimento emanato a Foggia dal sindaco Franco Landella.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Suarez, “anche l’avvocato della Juventus Chiappero partecipò a una riunione con l’Università per Stranieri di Perugia”

next
Articolo Successivo

“Araba di m…” e giù botte: 13enne insultata e picchiata prima della festa di compleanno. “Vittima dei bulli razzisti da un anno”

next