Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte tra i suoi sostenitori ha anche uno dei suoi predecessori: Massimo D’Alema. L’ex leader della sinistra, parlando al premio Giuseppe Colalucci patrocinato dall’Ordine dei giornalisti, spiega di sostenere Conte “per una ragione che potrà sembrare banale cioè, che non ne vedo di migliori all’orizzonte e quindi tutto sommato, noi che in questo Paese ci viviamo, sappiamo che le persone si cacciano via se tu hai un’alternativa convincente che oggi non c’è”. Il fatto che Conte non abbia mai fatto politica prima della sua nomina a Palazzo Chigi non fa cambiare giudizio a D’Alema: “La politica oggi è a un punto di caduta grave, lo vediamo. Il presidente del consiglio è stato il frutto di una selezione casuale sostanziale, però questo è stato per volontà dei cittadini italiani, non colpa sua. Io non sono favorevole al metodo di ‘estrarre a sorte’ il capo di Governo però avendo adottato questo sistema, stavolta ci ha detto bene, questa è la mia valutazione”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Sanità, per il ministro Speranza ho qualche riflessione. E quattro proposte secche

next
Articolo Successivo

Referendum, Zaccaria: “A giorni appello di 10 costituzionalisti per legge elettorale senza liste bloccate, vero tarlo della nostra democrazia”

next