Un pacco contenente ricina, una sostanza tossica letale per l’uomo, è stato inviato a Donald Trump. Il presidente americano non è venuto a contatto con la citotossina naturale grazie ai controlli delle forze di sicurezza che hanno intercettato il pacco. L’incartamento, riporta la Cnn citando alcune fonti, ha fatto scattare le indagini sul caso da parte di Fbi e servizi segreti.

Secondo l’emittente, due test hanno confermato la presenza di ricina. Tutta la posta diretta alla Casa Bianca viene smistata e controllata in una struttura fuori sede prima di raggiungere l’edificio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, picco di casi in Francia: 13.500 in 24 ore. La Germania torna ai numeri di aprile. Uk, Johnson pronto a nuove restrizioni

next
Articolo Successivo

Incendi in California, il Covid lascia a casa i detenuti impiegati come pompieri: “Ma vengono pagati solo 2-5 dollari l’ora”

next