I nuovi contagi di coronavirus in Italia sono 1.434, in crescita rispetto a ieri, quando ne erano stati registrati 1.370. Aumentano leggermente anche i tamponi effettuati: nelle ultime 24 ore sono stati quasi 96mila (95.990) circa 3mila in più dei 92mila processati ieri. Aumentano anche i nuovi decessi: i nuovi decessi sono 14, quattro in più. Secondo l’ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute, in totale dall’inizio della pandemia 281.583 persone hanno contratto il Covid.

Crescono gli attualmente positivi: 34.734, a fronte dei 33.789 di ieri. Ma l’indicatore che preoccupa di più è il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: 150, sette in più rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 32.806 sono in isolamento domiciliare (quasi mille in più) e 1.778 sono ricoverati con sintomi (+ 18). Cala il numero dei guariti e dimessi rispetto a ieri: sono 471 (ieri 563) che portano il totale a 211.272.

Solo la Valle d’Aosta registra zero nuovi positivi: l’aumento più consistente è in Lombardia (218 nuovi contagi) seguita dalla Campania (2o3 casi). Sopra i cento contagi giornalieri anche Piemonte ed Emilia Romagna (rispettivamente 112 e 110 nuovi casi) e il Lazio, con 175 nuovi casi, di cui 4 emersi dallo screening in aeroporto.

Per avere un termine di paragone, lo scorso mercoledì (2 settembre) erano stati registrati 1.326 nuovi casi di contagio su oltre 100mila persone testate: circa cento casi in meno con 5mila tamponi in più. Da lunedì a mercoledì i contagi sono aumentati di quasi 4mila unità (3.907) mentre nello stesso intervallo di tempo, la scorsa settimana, erano aumentati di 3.297 unità. Se guardiamo allo stesso intervallo un mese fa, l’incremento era dimezzato: 1.147 casi in più in due giorni.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Berlusconi ricoverato, Zangrillo: “Parametri confortanti, evoluzione clinica è favorevole”

next
Articolo Successivo

Milano, la talpa “buca” l’ultimo tratto di metro: il video dell’arrivo al cantiere Solari

next