È morto il bambino di 7 anni colpito accidentalmente alla testa da uno sparo esploso dal nonno mentre si trovavano in casa a Roma. Il piccolo era stato portato in ospedale in gravi condizioni e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico: già ieri era stata dichiarata la morte cerebrale.

L’episodio è avvenuto giovedì mattina: il bambino è stato raggiunto alla nuca da un colpo partito dalla pistola del nonno mentre il 76enne stava riponendo l’arma. Al momento chi indaga esclude il gesto volontario e fa rientrare la vicenda in una tragica fatalità. Il procedimento in Procura sarà rubricato con il reato di omicidio colposo. La pistola era detenuta regolarmente. Il bambino era stato subito portato al pronto soccorso del Policlinico Umberto I, ma era in gravissime condizioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stretta sulle discoteche per il Ferragosto: obbligo di mascherina all’aperto e capienza dimezzata in Veneto ed Emilia-Romagna

next
Articolo Successivo

Tassista rapinato a Milano da una banda armata di coltello: “Non ti muovere o ti ammazzo”. Il filmato delle telecamere interne

next