Danni per 10mila euro, ma soprattutto un gesto che poteva essere molto pericoloso. Ha devastato una stazione, gettando su un binario tre transenne e rischiando così di far deragliare un treno. Protagonista un tunisino di 21 anni, fermato verso le 7.20 dai carabinieri di Borgo Val di Taro (Parma), a Ostia Parmense. Gli stessi militari hanno evitato danni al regionale in arrivo, da La Spezia e diretto a Parma, con a bordo centinaia di persone: un militare è sceso sui binari ed è riuscito a spostare due delle tre transenne su un marciapiede, mentre la terza è stata urtata dalla locomotiva e finita a distanza. Il militare è stato lievemente ferito dal contraccolpo, il giovane arrestato per attentato alla sicurezza dei trasporti.

La centrale operativa ha ricevuto una chiamata di una persona residente vicino alla stazione, che ha visto dalla finestra l’uomo intento a fare danni. Una pattuglia è stata subito mandata sul posto. Il 21enne aveva rotto una porta a vetri, staccato una macchinetta obliteratrice, divelto il tabellone degli orari e gettato tre transenne sul binario. Fermato con difficoltà, i militari – spiega una nota dell’Arma – hanno sentito l’altoparlante della stazione annunciare l’arrivo di un convoglio in transito. Alla fine l’uomo, con precedenti di pulizia, è stato accompagnato in caserma: sarà denunciato anche per danneggiamento aggravato e domani processato in direttissima.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ponte Genova, Anas rilascia il certificato di collaudo e testa agibilità al traffico. Conte: “Simbolo della nuova Italia che si rialza”

next
Articolo Successivo

Incendi a L’Aquila, continuano a bruciare centinaia di ettari di boschi: ritrovato un presunto innesco, indaga la Procura

next