Il tribunale di Torino ha annullato il decreto che disponeva il giudizio dell’inviato de Le Iene Antonino Monteleone per il reato di diffamazione aggravata in danno dell’avvocato Michele Briamonte, ex consigliere di amministrazione di Banca Mps. Secondo il Tribunale, Monteleone è stato rinviato a giudizio senza la possibilità di difendersi e l’udienza preliminare va quindi rifatta. Lo rende noto, sul suo sito internet, la trasmissione televisiva Mediaset.

La vicenda riguarda l’inchiesta del programma tv sulla morte di David Rossi. “Quando si è svolta l’udienza del 29 maggio scorso il giudice dell’udienza preliminare avrebbe dovuto rinviare l’udienza in data successiva al primo settembre, come stabilito dal protocollo per il trattamento in sicurezza delle udienze adottato dal Tribunale di Torino – sostiene Monteleone -. L’avvocato Stefano Toniolo ha illustrato al giudice che il rinvio a giudizio in mia assenza ha costituito una indebita compressione del mio diritto di difesa. A quell’udienza non abbiamo partecipato con buona ragione, come oggi ha riconosciuto il Tribunale”. Il processo ripartirà dunque dall’udienza preliminare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carcere, per fermare gli abusi bisogna sradicare il senso di impunità

next
Articolo Successivo

Arrestato il comandante di una stazione dei carabinieri nel Barese: “Fece sparire cisterna durante un sequestro e poi depistò le indagini”

next