Due ragazzi positivi e altri sottoposti al tampone dopo il caso della 17enne di Modena risultata positivo dopo un controllo in ospedale a Rimini per un mal d’orecchio. Un 17enne e una giovane di 19, amici stretti della ragazzina che si è probabilmente contagiata durante la vacanza al mare a Riccione, sono quindi stati trasportati, con un’ambulanza dedicata – come riporta Il Giorno – a casa dove dovranno stare in stretto isolamento per almeno due settimane. Sono asintomatici e sono in condizioni non preoccupanti come del resto l’amica che per prima è risultata positiva. I controlli dell’Ausl di Rimini su tutti contatti, circa 40, che è risultata positiva a Sars Cov 2 perché, a causa di un dolore all’orecchio, ha chiesto di essere visitata in ospedale. Da protocollo è stata quindi sottoposta al tampone.

Una volta riscontrata l’infezione, le Ausl di Modena e della Romagna hanno fatto scattare l’indagine epidemiologica e così quaranta giovani sono finiti in isolamento. La 17enne era sbarcata in Riviera all’inizio della scorsa settimana in vacanza: ha frequentata la spiaggia e una discoteca di Misano Adriatico dove di recente sono stati registrati assembramenti. Però per l’Ausl afferma la situazione è “sotto controllo”. Alcuni ragazzi si sono presentati con le famiglie in ospedale a Rimini e altre famiglie modenesi hanno portato i propri figli entrati nei giorni scorsi in contatto con la giovane al Policlinico per essere sottoposti appunto a loro volta al tampone per verificare l’eventuale contagio. Il titolare del bagno frequentato dalla 17enne ha spiegato che nella struttura sono in vigore tutte le norme previste per prevenire il contagio.

Foto di archivio

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

G8 Genova, il padre di Giuliani: “La più grande ingiustizia per Carlo? Impedire un processo”. Agnoletto: “Nel 2001 avevamo ragione”

next
Articolo Successivo

Milano, arrestato un tassista per aver tentato di violentare una ragazza 20enne

next