Era dallo scorso febbraio che il numero di morti per coronavirus in Italia non era così basso: 3 persone decedute nelle ultime 24 ore. Calano leggermente anche i contagi: secondo l’ultimo bollettino del Ministero della Salute, oggi sono stati registrati 219 nuovi casi, a fronte dei 249 di ieri. Dall’inizio della pandemia, il numero totale dei morti è di 35.045 persone, rispetto a ieri tre in più, e i contagi complessivi sono stati 244.434.

Per la prima volta da mesi, Veneto ed Emilia Romagna superano la Lombardia per numero di nuovi contagi: rispettivamente 48, 51 e 33 casi. Seguono la Liguria con 23 casi, la Toscana con 16 e il Lazio con 17. Solo in 4 regioni si registrano zero nuovi positivi mentre nelle altre i nuovi casi si attestano sotto le dieci unità. Nel bollettino di oggi viene anche evidenziato che il Molise segnala che un caso del 18 luglio risulta essere negativo confermato (il che porterebbe a 218 nuovi contagi).

Per la prima volta da mesi, oggi in Lombardia non è stato registrato nessun decesso per coronavirus. Con 7.039 i tamponi effettuati, sono stati 33 i positivi registrati, di cui 13 a seguito di test sierologici e 15 ‘debolmente positivi’. Dei nuovi contagi, 7 sono stati registrati nella provincia di Bergamo e altrettanti a Milano (di cui 4 in città), 6 a Brescia. Nessun caso a Lecco, Lodi, Mantova e Sondrio. Una giornata senza vittime non capitava da quel 22 febbraio, quando morì una donna di 77 anni a Casalpusterlengo (Lodi): da allora, in totale sono morte 16.788 persone. I dati forniti dalla Regione delineano anche un quadro della situazione negli ospedali: rimangono 22 i ricoverati in terapia intensiva, stesso numero di ieri, mentre sono 148 quelli negli altri reparti (-1).

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’assessore del Lazio D’Amato: “Utilizzare mascherine, o si dovrà richiudere”

next
Articolo Successivo

next