Non è ancora chiaro cosa abbia provocato l’esplosione su una delle navi della marina militare statunitense, USS Bonhomme Richard, attraccata al porto della base navale di San Diego. Prima la deflagrazione e poi le fiamme: a spegnerle i vigili del fuoco di San Diego e gli operatori della base navale. La marina militare ha riferito di avere tratto in salvo alcuni marinai che sono stati sottoposti a cure mediche a causa di molteplici ferite

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, lockdown in Catalogna sospeso dal tribunale: “Misura sproporzionata” perché non c’è lo stato d’emergenza

next
Articolo Successivo

Patrick Zaki, detenzione rinnovata di altri 45 giorni. Amnesty: “Decisione inumana. L’Egitto pensa che ci scorderemo di lui, ma si sbaglia”

next