Donald Trump sfodera ottimismo: rassicura i cittadini americani che nelle aree più critiche del contagio “stiamo spegnendo le fiamme”, che il coronavirus “prima o poi sparirà” e che la “situazione è “sotto controllo”. Ma a smentirlo sono ancora oggi i numeri: gli Stati Uniti nelle ultime 24 ore hanno registrato più di 53mila contagi. I casi di infezione sono più di 2,7 milioni e ieri almeno sette Stati hanno fatto segnare il loro primato in un singolo giorno: Alaska, Arkansas, Florida, Georgia, Montana, South Carolina e Tennessee. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 649, portando il numero complessivo delle vittime a 128,677.

Alla nuda verità delle statistiche si aggiunge anche il virologo della Casa Bianca Anthony Fauci che contraddice apertamente, di nuovo, il presidente. “Credo che sia abbastanza ovvio che non stiamo andando nella giusta direzione“, ha aggiunto intervistato dal direttore del Journal of the American Medical Association. Ad allarmare è la risalita della curva epidemiologica in stati come Arizona, California, Florida e Texas che rischia di compromettere anche i progressi che si sono fatti in altre parti del Paese per contenere il virus, mentre ogni Stato continua a procedere in ordine sparso. Intanto il governatore trumpiano del Texas, Greg Abbott, fa dietrofront e impone la mascherina in pubblico dopo il drammatico aumento di casi confermati e ricoveri ospedalieri.

Messaggi e segnali di allarme che arrivano alla vigilia del 4 luglio, giornata di festa nazionale che potrebbe segnare anche un’impennata nei contagi. Una possibilità che le autorità sanitarie scongiurano, chiedendo agli americani di rimanere a casa, senza i tradizionali viaggi e incontri in famiglia per celebrare l’Independence Day. “Sono molto preoccupato, soprattutto in vista del prossimo weekend, che lo stesso tipo di picchi si possano registrare non solo nelle aree dove si registrano ora, ma in altre che hanno già avuto il picco o che ancora non sono state interessate dall’epidemia”, ha detto Joshua Barocas, della Boston University School of Medicine. E Fauci, facendo un confronto con l’Unione Europea ha continuato: “Lì circa il 95% dei Paesi, o di più, hanno chiuso, noi con il nostro lockdown abbiamo chiuso il 50%”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Miami, litigio in aeroporto: poliziotto colpisce con un pugno in faccia una donna afroamericana. Dipartimento: “Avviata indagine”

next