Continua a calare il numero di nuovi contagi da coronavirus in Italia, secondo i dati diffusi dalla Protezione civile. Nelle ultime 24 ore sono 210 le persone trovate positive al virus contro le 303 di ieri, di cui il 68% in Lombardia, portando così il totale a 237.500. La curva del contagio continua quindi a scendere fino allo 0,08%. In sei regioni e a Trento e Bolzano si registrano oggi zero contagi: si tratta di Basilicata, Molise, Calabria, Valle d’Aosta, Puglia e Campania. Nell’ultima giornata sono state registrate però altre 34 vittime, contro le 26 di ieri, con il numero dei morti che, dall’inizio della pandemia, sale a 34.405.

Sono però guarite 1.516 perone, con il totale di coloro tornati negativi che sale così a 178.526. Un dato, questo, che contribuisce a far calare il numero delle persone in cura per coronavirus in tutto il Paese: il numero totale degli attualmente positivi è infatti di 24.569, con una decrescita di 1.340 assistiti rispetto a ieri.

Di conseguenza cala anche il numero delle persone ricoverate negli ospedali italiani. Quelle attualmente in terapia intensiva sono 177, 30 in meno rispetto a ieri, mentre i ricoverati con sintomi sono 3.301, con un decremento di 188 pazienti in 24 ore. Infine, 21.091 persone, pari all’86% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati in Italia altri 46.882 tamponi.

Le altre Regioni: i contagi
Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 15.233 in Lombardia, 2.450 in Piemonte, 1.405 in Emilia-Romagna, 718 in Veneto, 463 in Toscana, 242 in Liguria, 1.129 nel Lazio, 601 nelle Marche, 273 in Campania, 353 in Puglia, 64 nella Provincia autonoma di Trento, 806 in Sicilia, 99 in Friuli Venezia Giulia, 468 in Abruzzo, 93 nella Provincia autonoma di Bolzano, 18 in Umbria, 33 in Sardegna, 10 in Valle d’Aosta, 36 in Calabria, 65 in Molise e 10 in Basilicata.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giulio Giorello, l’intervista a Fq MillenniuM dopo il Covid: “Dalla politica leggerezze gravissime nella gestione dell’emergenza”

next
Articolo Successivo

Carlo Acutis, il 15enne morto di leucemia sarà beatificato. La sua fede tramandata sul web: “Potrebbe diventare patrono di internet”

next