I cadaveri di due gemelle sono stati trovati in un’abitazione di Bussoleno, in provincia di Torino: i carabinieri, che hanno fatto la scoperta su segnalazione di una vicina preoccupata dalla loro assenza, indagano sulle cause della loro morte. Oggi pomeriggio era stato trovato un primo corpo – ormai ridotto a uno scheletro – in camera da letto, riverso a terra. I carabinieri hanno cominciato a cercare la sorella, trovandola poche ore più tardi, cadavere, sul pavimento della cucina.

Le due sorelle gemelle, di 66 anni, vivevano nella stessa casa: italiane, entrambe nubili, pensionate e senza altri parenti. A chiamare le forze dell’ordine è stata la vicina di casa, che non vedeva le due donne da diversi mesi. I militari sono entrati nell’abitazione insieme ai vigili del fuoco e, all’interno, hanno trovato prima uno scheletro poi l’altro. Il medico legale dovrà ora accertare le cause del decesso delle due donne: sul caso indaga il comando provinciale dei carabinieri di Torino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trieste, uomini in divisa puntano armi contro due italiani al confine con la Slovenia: ipotesi paramilitari di destra in cerca di migranti

next
Articolo Successivo

Coronavirus, l’allarme del Copasir: “Durante la pandemia fake news virali contro l’Italia”

next