Il coronavirus non risparmia il mondo del calcio, il giocatore della Juventus Paulo Dybala e i “milanisti” Paolo e Daniel Maldini sono positivi. Tutti e tre stanno bene. L’argentino numero 10 ha personalmente annunciato sui social la sua condizione: “Ciao a tutti volevo informarvi che abbiamo appena ricevuto i risultati del test Covid-19, e sia io che Oriana (la sua fidanzata ndr) siamo risultati positivi”. L’attaccante ha anche rassicurato tifosi e appassionati: lui e la fidanzata stanno bene. “Paolo e Daniel sono in buone condizioni e, dopo aver già trascorso oltre due settimane nella propria abitazione senza contatti esterni, come previsto dai protocolli medico-sanitari prolungheranno – si legge in una nota- la quarantena per i tempi necessari alla completa guarigione clinica

L’annuncio dell’argentino è arrivato anche dalla società che ha precisato che Dybala è in isolamento domiciliare dallo scorso 11 marzo. Anche la Juve ha confermato che l’argentino sta bene ed è completamente asintomatico. Dybala è il terzo calciatore bianconero a risultare positivo dopo Rugani e Matuidi. Il calciatore proprio negli ultimi giorni, caratterizzati dalla fuga di big come Higuain o Cristiano Ronaldo all’estero, aveva annunciato l’intenzione di voler rimanere a Torino: “Qua non c’è una squadra di calcio, squadra politica o diversità di giornali – aveva scritto su Instagram- qui siamo tutti un’unica squadra e penso che tutti dobbiamo lottare insieme. Dobbiamo fare tutto quello che ci dicono, sono un po’ ripetitivo, ma penso che il consiglio che vi posso dare è quello che sto facendo io e che sicuramente dovremo fare tutti: restare a casa. È il messaggio che si sta mandando tantissimo via social, è la cosa più importante”.

Il numero dieci della Juventus è il quattordicesimo calciatore di serie A ad aver contratto il coronavirus. Erano risultati positivi ai test nei giorni scorsi sette calciatori della Sampdoria (Gabbiadini, Colley, Ekdal, La Gumina, Thorsby, Depaoli, Bereszynsky) 3 della Fiorentina (Vlahovic, Cutrone e Pezzella) e 1 del Verona (Zaccagni).
Una positività, quella di Dybala, che arriva mentre monta la polemica relativa alla ripresa degli allenamenti: con il Napoli che ha annunciato un po’ a sorpresa che i calciatori scenderanno in campo a Castelvolturno mercoledì prossimo e Lotito che spingeva per far ritornare al lavoro la Lazio già da lunedì (ma la data della ripresa probabilmente slitterà) con misure di sicurezza aggiuntive: contrari alla ripresa gli altri club di serie A e soprattutto l’Assocalciatori con Tommasi.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ti ricordi… il paraguaiano Neffa: secondo Boniperti doveva essere il nuovo Maradona, ma non sfondò e lasciò il calcio per amore

next
Articolo Successivo

Carlo Parola e quella rovesciata rimasta nella storia: dalla Juventus alle figurine, storia di ‘Gauloise’ a 20 anni esatti dalla morte

next