Tre uomini e tre donne di età compresa tra i 36 ed i 69 anni sono stati uccisi in una sparatoria a Rot am See, in Germania. I sei appartenevano alla stessa famiglia. Due delle sei vittime erano i genitori del 26enne fermato dopo i fatti. Il giovane aveva una licenza per l’arma semiautomatica che aveva con sé. Oltre ad aver ucciso 6 persone ne ha ferite gravemente altre due, una delle quali ha riportato ferite per le quali rischia ancora la vita. La polizia ha trovato le vittime e i due feriti davanti all’interno dell’edificio in cui si è consumata la sparatoria, la Gasthaus ‘Deutscher Kaiser’.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Africa, “invasione di milioni di locuste. Divorano il cibo, agricoltori hanno perso tutto”

next
Articolo Successivo

Egitto, l’attivista aggredito dai servizi: “Pestato e umiliato per strada. Non ho fatto la fine di Regeni perché regime teme nuovo scandalo”

next