“La riforma Orlando è una riforma che ha allungato i tempi della prescrizione. Eliminare la prescrizione corrisponde a un principio barbaro di giustizialismo senza fine, finalizzato a far sì che un cittadino diventi imputato a vita”. Così Matteo Renzi, presentando in Senato la proposta sull’allargamento di 18 app. “Il lodo Conte ha un secondo aspetto di problematicità: nessuno crede che si possa arrivare al processo penale in 4 anni, altrimenti non parleremmo di prescrizione. Noi vogliamo lasciare la prescrizione come prima, e non possiamo dividere tra cittadini di Serie A e serie B – ha aggiunto -. Qui non giochiamo un tema tecnico, ma di fondo, si usa la prescrizione come scalpo per un messaggio di giustizialismo. I cittadini italiani non possono essere condannati a processi a vita”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migrante morto a Gorizia, Magi (+Europa): “Come Cucchi, hanno espulso dei testimoni”. Procuratore: “Prima li abbiamo interrogati”

next
Articolo Successivo

Caserta, permessi edilizi in cambio di favori: arrestato imprenditore delle cliniche. Gli inquirenti: “Era informato delle indagini”

next