Ezio Luzzi cade e si frattura l’omero di una spalla. È successo alla festa di compleanno “Tutto il calcio minuto per minuto” venerdì sera: l’ex radiocronista di 86 anni a Roma durante la diretta della puntata speciale sui 60 anni della trasmissione è inciampato in un gradino ed è caduto. Rialzato grazie all’aiuto dei due colleghi Riccardo Cucchi e Filippo Corsini, è poi rimasto in studio per altre due ore, fino alla fine della diretta.

All’apparenza sembrava nulla di grave: Luzzi ha scherzato e raccontato aneddoti sui tanti anni passati alla radio e negli stadi. E invece aveva una spalla fratturata, come ha comunicato via Facebook successivamente il collega Enzo Del Vecchio rispondendo ai tanti fan dell’ex radiocronista. A breve Luzzi verrà operato alla clinica romana Villa Stuart dove si trova ricoverato anche il giovane centrocampista della Roma Nicolò Zaniolo, in ospedale dopo la rottura del crociato e al quale il giornalista ha voluto inviare un videomessaggio: “Al mio vicino di stanza e compagno di sventura faccio tantissimi auguri per un pronto ritorno in campo, e in particolare, di poterlo rivedere con la maglia azzurra ai prossimi Europei di calcio”.

Foto dal profilo Facebook di Ezio Luzzi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ricavi dei club di calcio: la Juve cresce e torna in top 10, aumento record dell’Inter che si avvicina, il Milan in discesa – La classifica

next
Articolo Successivo

Domeniche bestiali – Le armi del calcio di provincia: dalla bandierina alle noccioline

next