La polizia olandese ha arrestato un uomo sospettato di aver accoltellato tre ragazzi, per fortuna in modo non grave, in pieno centro a L’Aja, creando il panico in una delle vie più trafficate dello shopping: si tratta di un 35enne senza fissa dimora, circostanza che farebbe propendere per il gesto di un folle, senza implicazioni di terrorismo.

L’assalto ai passanti era avvenuto più o meno 24 ore prima. A Grote Markstraat, la via dei negozi che intorno alle 19.45 era piena di gente impegnata a fare acquisti approfittando del ‘black friday’. Le vittime, due ragazze di 15 anni e un 13enne, sono state portate in ospedale ed in serata sono rientrate a casa.

Nel consueto caos di informazioni frammentarie che si susseguono in situazioni concitate come questa le autorità hanno fornito l’identikit di un uomo tra 40 e i 50 anni, di carnagione scura, vestito con una tuta, ma in seguito tale descrizione si è rivelata errata. Nelle ore successive gli inquirenti si sono trovati a brancolare nel buio, anche perché le immagini delle numerose telecamere presenti nella zona dell’attacco non hanno fornito indicazioni utili: troppe le persone per strada. Nel tardo pomeriggio, invece, è arrivata la svolta, con la notizia dell’arresto di un sospettato. La polizia locale ha reso noto di aver “arrestato un uomo di 35 anni, nel centro dell’Aja, senza luogo di residenza o fissa dimora“, che è stato trasferito in un centrale per l’interrogatorio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Attentato Londra, un giovane ricercatore di Cambridge la prima vittima identificata

prev
Articolo Successivo

Venezuela, due parlamentari anti Maduro in volo verso Roma: da maggio vivevano nell’ambasciata italiana

next