Poco prima del sorteggio per i gironi di Champions League, a Montecarlo, Eric Cantona è stato chiamato sul palco per ritirare il premio Uefa President’s Awards. “Cosa le passa per la testa in questo momento?” è stata la domanda, fatidica, del presentatore all’ex calciatore francese. Che in un minuto di discorso ha parlato in modo incomprensibile di guerre, scienza, cellule e dèi. E non di calcio. Stupore tra dirigenti e giocatori, inquadrati in platea a bocca aperta. Quando Cantona finisce l’intervento e ringrazia, i classici 4-5 secondi di imbarazzo prima dell’applauso, segno dello smarrimento del pubblico.

Video Uefa

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Olimpiadi dei giochi mentali: un evento unico e sconosciuto che merita un salto di qualità

next
Articolo Successivo

Mondiali di basket, Italia-Filippine 108-62: esordio sul velluto per gli azzurri in Cina

next