Poco prima del sorteggio per i gironi di Champions League, a Montecarlo, Eric Cantona è stato chiamato sul palco per ritirare il premio Uefa President’s Awards. “Cosa le passa per la testa in questo momento?” è stata la domanda, fatidica, del presentatore all’ex calciatore francese. Che in un minuto di discorso ha parlato in modo incomprensibile di guerre, scienza, cellule e dèi. E non di calcio. Stupore tra dirigenti e giocatori, inquadrati in platea a bocca aperta. Quando Cantona finisce l’intervento e ringrazia, i classici 4-5 secondi di imbarazzo prima dell’applauso, segno dello smarrimento del pubblico.

Video Uefa

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Olimpiadi dei giochi mentali: un evento unico e sconosciuto che merita un salto di qualità

prev
Articolo Successivo

Giorgio Chiellini, lesione del crociato per il difensore juventino: sarà operato

next