Due donne, vicine di casa, sono morte folgorate da una scarica elettrica a Nardò, in Salento, mentre erano nel giardino dell’abitazione di una delle due. Altre due persone, nel tentativo di soccorrerle, hanno riportato ustioni alle braccia. La dinamica, al momento, non è chiarissima.

Stando alla ricostruzione del Nuovo Quotidiano di Puglia, la padrona di casa, Cinzia Cataldi, 45 anni, stava stendendo i panni sul retro dell’abitazione, nei pressi del vano lavanderia, quando è stata colpita da una scarica elettrica probabilmente generata dal contatto tra un cavo d’acciaio usato per stendere i vestiti e un cavo elettrico non isolato. Di certo, al suolo c’era acqua.

La  vicina di casa, Antonella Antonaci, 50enne, si è avvicinata per soccorrerla e, toccandola, è rimasta folgorata anche lei. A quel punto il marito di Antonaci ha provato a intervenire ma ha riportato ustioni alle braccia. Ferito anche il marito di Cataldi che stava aiutando la moglie a stendere i panni: anche lui è rimasto ustionato, ma in maniera lieve.

A comprendere quanto stava accadendo è stata la figlia 16enne di una delle vittime che ha staccato il contatore. Stando ai primi accertamenti, il salvavita era installato ma non è scattato, forse – scrive il Nuovo Quotidiano di Puglia – a causa di un difetto dell’impianto, sul quale ora si stanno concentrando gli accertamenti delle forze dell’ordine intervenute nella villetta alla periferia di Nardò assieme ai vigili del fuoco.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carabiniere ucciso a Roma – La confessione di Elder e Natale, i due americani fermati. Nel loro hotel trovato il coltello dell’omicidio

prev
Articolo Successivo

Carabiniere ucciso a Roma – I due americani non rispondono al gip. Che convalida il loro fermo: restano in carcere

next