Parte nel Municipio XV di Roma il primo progetto di “lavoro socialmente utile” in cui saranno coinvolti alcuni beneficiari del reddito di cittadinanza. Il decretone che ha dettagliato requisiti e misura del beneficio voluto dal M5s, prevede infatti nella versione emendata dal Senato che chi riceve il sussidio debba impegnarsi gratuitamente per un massimo di 16 ore alla settimana in servizi alla comunità, nell’ambito di progetti organizzati dai Comuni. La Capitale guidata dalla pentastellata Virginia Raggi farà da apripista, impiegando come riporta il Messaggero una parte degli 854 percettori residenti in quel Municipio nella pulizia e manutenzione delle scuole nell’area che comprende la via Flaminia, la Cassia e il Foro Italico.

Si occuperanno di tinteggiatura delle pareti, cancellate, muretti, recinzioni, rimozione di scritte e manifesti abusivi sui muri. O ancora, scrive il quotidiano romano, della sistemazione del verde e dei corti interni. Il progetto pilota del Municipio XV riguarda 12 scuole e punta all’integrazione dei beneficiari del reddito ma anche al coinvolgimento delle scuole e degli studenti, che potranno per esempio realizzare murales sui muri esterni. Nella prima fase i servizi sociali individueranno i beneficiari con i requisiti per prendere parte alle attività, poi il Municipio affiderà il progetto a un ente non profit tramite un bando. I lavori veri e propri partiranno non prima dell’autunno.

Intanto l’Inps ha diffuso i dati aggiornati sulle domande di reddito: al 15 luglio ne sono state presentate 1.401.225 domande, di cui 895.220 accolte. Circa una su tre dunque è stata rifiutata. Il record assoluto di domande accettate si registra a Napoli che arriva a 100.416 accettate su 142.764 presentate. Il capoluogo campano quasi ‘doppia’ Roma, che registra 54.202 domande di reddito accettate. Seguono due province siciliane, Palermo (46.502) e Catania (35.027), e un’altra campana, Caserta (30.247), che superano le due metropoli del nord, Torino (30.136) e Milano (29.565). In fondo alla classifica Bolzano, con appena 341 RdC erogati.

Scrivete alla mail spesadicittadinanza@gmail.com per raccontarci come avete speso il reddito di cittadinanza. Gli acquisti che possono essere compiuti tramite la card prevedono beni di consumo, farmaci, utenze, affitto o mutui per la casa

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Autostrade, operai in subappalto senza straordinari. Cisl: “Ispettorato agisca anche contro Aspi”. La replica: “Verificheremo”

prev
Articolo Successivo

Napoli, la protesta di navigator e M5s sotto la Regione Campania: “De Luca firmi la convenzione e ci faccia lavorare”

next