Quando ha sentito gridare al ladro, è salito sulla sua moto e si è messo all’inseguimento. Ma dopo poche decine di metri ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro un blocco di cemento. E’ così che Andrea Corsini, un meccanico di 25 anni, ha perso la vita ieri, nel tardo pomeriggio, in via Rivarolo a Genova. Il giovane, secondo alcune testimonianze raccolte dalla polizia municipale e dalla polizia, aveva visto fuggire da un negozio di scarpe e pelletteria una persona che aveva tentato un furto, inseguita da un dipendente che gridava “al ladro”. Il 25enne, che lavora in una officina vicina al negozio da cui era scappato il ladro, capito cosa stava accadendo, è salito sulla moto e si è messo all’inseguimento del ladro e, secondo una prima ricostruzione dell’Ansa, nella concitazione del momento non abbia messo il casco. Dopo poche decine di metri, il meccanico ha perso il controllo del mezzo e cadendo ha sbattuto contro un blocco di cemento. Immediatamente sul posto è arrivato il personale medico del 118, ma le manovre di rianimazione sono state vane. Il ladro è riuscito a fuggire.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lumezzane, incendio in appartamento: il padre muore, moglie e figlia in salvo

prev
Articolo Successivo

Nave saudita carica di armi: da Genova a Livorno fino a Cagliari, tutte le rotte e gli ultimi attracchi (tracciabili) in Italia

next