Bellezza: la Treccani la definisce la “qualità di ciò che appare o è ritenuto bello ai sensi e all’anima. La connessione tra l’idea di bello e quella di bene”. Tutti concetti che si ritrovano nella nuova Aston Martin DBS Superleggera Volante, versione a cielo aperto dell’omonimo modello coupé, rispetto a cui perde il tetto in lamiera e guadagna una capote in tela a otto strati di materiali isolanti: il meccanismo del tetto richiede 14 secondi per aprirsi e 16 per chiudersi.

“La DBS Superleggera produce un livello di prestazioni spettacolare e così per la Volante ci siamo concentrati sul portare quel livello extra di sovraccarico sensoriale che solo un Super GT open-top può offrire all’interno della cabina”, spiega in una nota ufficiale  l’Executive Vice President & Chief Creative Officer Marek Reichman, che aggiunge: “Con la dinamica unica, il design bello ma brutale e le armoniche inconfondibili del motore V12 da 5,2 litri di Aston Martin, riteniamo di aver offerto un’esperienza di guida unica e indimenticabile, sinonimo delle tradizioni del nome Volante”.

La meccanica è di quelle d’eccezione: sotto al cofano anteriore scalpita un V12 twin-turbo da 5 litri, che eroga 715 Cv di potenza e 900 Nm di coppia motrice. Consente all’auto di raggiungere una velocità massima di 337 km/h e di scattare da 0 a 100 all’ora in 3,6 secondi (e sullo 0-160 km/h in 6,7 secondi). Numeri che hanno bisogno di un’aerodinamica all’altezza della situazione: a velocità massima la DBS Superleggera Volante produce 177 kg di carico aerodinamico; appena 3 kg in meno rispetto al coupé.

Sofisticata la meccanica a trazione posteriore: prevede un albero di trasmissione in fibra di carbonio collegato a un cambio automatico a 8 velocità, installato sul retro della vettura per ottimizzare la distribuzione dei pesi. “Rinforzata per far fronte alla massiccia produzione di coppia del V12, questa trasmissione ha anche una trasmissione finale più corta per una maggiore reattività e accelerazione in-marcia”, spiegano da Aston Martin. Questa scultura su ruote ha un prezzo di € 295.500 e le prime consegne sono previste nel terzo trimestre del 2019.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ford Kuga, svelata la nuova generazione. Sarà anche ibrida e plug-in – FOTO

prev
Articolo Successivo

Opel Corsa, in Lapponia proseguono i test della sesta generazione a firma PSA

next