È stata dichiarata colpevole per 13 capi di imputazione per crudeltà sugli animali. La storia è quella di Caycee Bregel, 25enne del Minnesota: secondo quanto riporta The Independent, nella sua casa di Twin Cities sono stati ritrovati 64 corpi di gatti morti, racchiusi in due congelatori che erano stati sistemati in giardino. La segnalazione che ha portato la polizia a fare irruzione in casa della donna è arrivata dai vicini che da giorni vedevano un maiale scorrazzare libero davanti alla loro casa.

E quando gli agenti sono entrati si sono trovati di fronte uno spettacolo macabro: oltre ai 46 gattini morti e chiusi nei congelatori, altri 43 gatti malnutriti, un maiale e  animali vari giravano per casa. La donna gestiva un’organizzazione avrebbe dovuto prendersi cura dei cuccioli abbandonati. Alcuni gatti sono stati salvati, altri invece sono morti per via delle condizioni estreme in cui Caycee Bregel li faceva vivere. Ora la donna dovrà scontare due anni di libertà vigilata e prestare 200 ore di servizio per la comunità. Disposta per lei anche una perizia psichiatrica.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cade dalla torre dell’università a pochi giorni dalla laurea e muore: “Stava tentando di farsi un selfie”

next
Articolo Successivo

Incendio Notre-Dame, complottista lo definisce “l’11 settembre francese”: il giornalista di Fox News gli toglie la parola

next