C’è Anna Cinzia Bonfrisco, storica senatrice berlusconiana indagata per corruzione e associazione a delinquere. Ci sono poi l’ex M5s Marco Zanni e l’ex moglie di Roberto Calderoli, Gianna Gancia, e Mario Borghezio, da 18 anni a Strasburgo. Questi sono solo alcuni dei nomi dei 71 candidati della Lega alle prossime elezioni europee. Il Carroccio ha depositato oggi le liste, che vedono tutte il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini come capolista. Tra i nomi ci sono tanti amministratori locali e poi militanti di lungo corso ma “nessun nome ‘famoso’ proveniente dal mondo dello spettacolo o dello sport, con tutto il rispetto per le categorie”, come hanno spiegato da via Bellerio. Obiettivo, neanche troppo velato, è di “portare almeno 25 europarlamentari a Strasburgo“, come fanno sapere fonti Lega. Ovvero occupare almeno un terzo dei posti che saranno a disposizione dell’Italia nell’europarlamento.

Tra i candidati ci sono gli eurodeputati uscenti Danilo Oscar Lancini, ex sindaco di Adro in provincia di Brescia, e Angelo Ciocca. Poi ancora, il professore euroscettico Antonio Maria Rinaldi e Francesca Donato, presidente dell’associazione Eurexit, che si pone “come scopo fondamentale l’uscita dell’Italia dall’Eurozona”. Poi tanti uomini-chiave di Salvini, come Marco Zanni, ex M5s ora responsabile esteri di via Bellerio e unico leghista all’Hotel Gallia con il leader Salvini per la presentazione della piattaforma sovranista, lo scorso 8 aprile, e Alessandro Panza, responsabile dell’organizzazione federale, entrambi candidati nella circoscrizione nord occidentale. Tra i candidati con un passato in altre formazioni c’è Silvia Sardone, ex miss preferenze di Fi, in lista nel nord occidente.

E ancora, Heidi Andreina, ex sindaco di Credaro, nel Bergamasco subito dietro Salvini e Marco Racca, leghista di Savigliano, nel Cuneese, solo omonimo del coordinatore piemontese di Casapound. Nella stessa circoscrizione trovano posto anche l’imprenditrice Gianna Gancia, ex presidente della provincia di Cuneo ed ex moglie di Calderoli, Laura Molteni, consigliera comunale a Milano e Marco Campomenosi, vice segretario generale del gruppo Enf a Bruxelles. Nel nord est tanti amministratori locali, come la consigliere comunale Rosanna Conte di Caorle che si uniscono al segretario regionale veneto, Gianantonio Da Re. In lista anche Paolo Borchia, coordinatore federale di “Lega nel Mondo”.

Nell’Italia centrale spicca invece il nome di Angelo Pavoncello, vicepresidente dell’Associazione nazionale ambulanti (Ana). Al Sud in lista, oltre al sovranista Vincenzo Sofo, di origine calabrese, il patron del Papeete Beach di Milano Marittima, Massimo Casanova, di casa a Lesina, in Puglia e amico di Salvini. Per la circoscrizione insulare, che comprende Sicilia e Sardegna, corre pure il palermitano Igor Gelarda. In Sardegna il torna il nome di Sonia Pilli, già candidata alle scorse elezioni regionali nella lista della Lega che ha portato alla vittoria l’attuale governatore Christian Solinas. Da nord a sud è forte il partito dei sindaci: come Susanna Ceccardi, prima cittadina di Cascina, Dante Cattaneo, sindaco di Ceriano Laghetto, in Brianza che corre nel nord ovest, e Isabella Tovaglieri, vicesindaco di Busto Arsizio, nord ovest anche lei.  Confermati, infine, gli eurodeputati uscenti Mara Bizzotto, Angelo Ciocca e Danilo Lancini, mentre restano fuori Giancarlo Scottà, a Bruxelles dal 2009, subentrato al collega di partito Lorenzo Fontana e Mario Borghezio. Non trova posto, a dispetto dei rumors dei giorni scorsi, il giornalista economico Fabio Dragoni.